Roman Reigns, la famiglia in coro: "Fatelo diventare heel"

Lo aveva già detto il cugino Rikishi, ora è la volta del fratello Rosey: "Potrebbe essere il miglior cattivo della WWE".

by Marco Enzo Venturini
SHARE
Roman Reigns, la famiglia in coro: "Fatelo diventare heel"

Il turn heel di Roman Reigns è nell'aria da tempo e entro WrestleMania secondo diversi addetti ai lavori potrebbe realmente avere luogo, soprattutto nel caso in cui avvenisse davvero il chiacchierato scontro con Undertaker.

La WWE sembra starci riflettendo concretamente e forse anche lo stesso Vince McMahon sta iniziando a prendere in considerazione questa ipotesi, che per diverso tempo ha osteggiato con tutte le forze.

In campo nelle ultime ore sono scesi anche i tanti parenti del Mastino, convinti nella bontà dell'operazione.

Uno di questi è il fratello di Roman, che i tanti appassionati di wrestling potrebbero ricordarsi nei panni di Rosey, il 'Super Hero in Training' che una decina abbondante di anni fa ha lottato al fianco di The Hurricane Gregory Helms.

Rosey, il cui vero nome è Matthew Anoa'i, ha parlato con 'Wrestling Inc' affermando a chiare lettere: "Personalmente, se devo dire quello che penso, adorerei vederlo come heel.

Ma questa è solo la mia opinione".

Bisogna ricordare che Rosey aveva combattuto in WWE anche qualche anno prima nei 3-Minute Warning in coppia con un altro membro della famiglia Anoa'i, Jamal (si tratta di Eddie Fatu, diventato in seguito Umaga).

La fazione era chiaramente schierata con gli heel, esattamente come la coppia formata da Sika (padre di Rosey e Roman Reigns) e Afa, i Wild Samoans che il mondo del wrestling ha imparato ad apprezzare negli anni '80. E che a loro volta sul ring interpretavano il ruolo del cattivi di turno.

La stessa opinione è peraltro condivisa da Rikishi, che oltre ad essere come noto il padre di Jimmy e Jey Uso (la cui carriera ha trovato nuova linfa dopo il turn heel) è uno dei tanti cugini wrestler di Roman Reigns.

Un anno fa Rikishi, al secolo Solofa Fatu jr., dichiarò a 'Fox Sports': "Secondo me andare contro la volontà del WWE Universe è sbagliato. E' una cosa che non si vuole mai fare. Per lavorare bene bisogna seguire il flusso naturale delle cose.

Se la gente mi odia così tanto, se io fossi al suo posto, andrei di filato da Vince per chiedergli di farmi diventare cattivo. All'istante. Diamo a queste persone quello che vogliono, regaliamo loro il più cattivo, str**zo heel che abbiano mai visto".

Rikishi parla a ragion veduta, sapendo bene cosa successe al membro più vincente della sua famiglia: The Rock.

Persino lui a inizio carriera fu imposto come face. Era Rocky Maivia, molto più connotato come samoano anche nel look. Ma non funzionava, tanto che addirittura in certe arene veniva intonato il coro "Die Rocky Die". Poi Dwayne Johnson fu coinvolto in uno dei turn heel di maggiore successo dell'intera storia, iniziò a parlare con il pubblico con i toni arroganti che lo avrebbero reso celebre in tutto il mondo, parlando di sé stesso in terza persona e diventando The Rock.

L'esito di questa operazione è sotto gli occhi di tutti.

Perché non potrebbe essere lo stesso con Roman Reigns?

Roman Reigns
SHARE