Randy Orton, i veri motivi per cui e' nella Wyatt Family



by MARCO ENZO VENTURINI

Randy Orton, i veri motivi per cui e' nella Wyatt Family

Randy Orton nella Wyatt Family ha stravolto tutti i piani dell'Apex Predator e anche quelli di Bray Wyatt e Luke Harper nella divisione di SmackDown e non solo. Ma la WWE aveva previsto questo sin dall'inizio? A quanto pare no.

Ricordiamo che mister RKO aderì alla Family nel bel mezzo di una rivalità con il suo attuale capo, tra l'altro andando a tradire l'alleato Kane.

Sembrava che i piani che lo vedessero parte della stable dovessero prevedere una permanenza molto ridotta nel tempo, con successivo tradimento e quindi un nuovo match contro l'Eater of Worlds.

Ebbene, un finale del genere è ancora nei piani della WWE, ma stavolta su un palcoscenico ben più affascinante e soprattutto con in palio una posta molto più elevata.

Sembrano infatti trovare sempre più conferme le voci che vedono Bray Wyatt uscire campione WWE dalla Elimination Chamber, con John Cena che vedrebbe il tanto agognato sedicesimo titolo mondiale finire dopo poche settimane, presumibilmente per colpa di colui che andrà a propria volta ad affrontare a WrestleMania.

Questo permetterebbe anche al bostoniano di lottare sul ring di Orlando per poi prendersi la pausa necessaria ad onorare i propri impegni cinematografici.

Ma torniamo a Randy Orton. Il dodici volte campione del mondo in passato aveva affermato di voler essere lui a raggiungere e magari superare il record di titoli di Ric Flair ed eventualmente John Cena, missione non impossibile tenuto conto anche della più giovane età rispetto all'attuale campione WWE.

Ha poi ammesso ai microfoni di ESPN che la scelta di entrare nei Wyatt era legata proprio a questo obiettivo: "Semplicemente volevo far parte della fazione più dominante che c'è al momento in WWE. Non dico che sia la più dominante della storia, se è questo che volete chiedermi visto che lo chiedete sempre.

Ma la storia non mi importa. Al momento siamo i più cattivi ragazzi che ci siano in circolazione. E io posso fare quello che voglio fare".

Questa rivoluzione ha certo fatto bene a tutte le parti in causa. Il personaggio di Randy Orton si è grandemente rinfrescato, inducendo la WWE a scegliere lui come vincitore della Royal Rumble.

La tensione che si respira tra i ranghi della Famiglia, poi, è stata valutata come uno degli angle più interessanti della federazione e ora potrebbe davvero condurre a un match per il titolo in quel di WrestleMania, forse addirittura nel main event.

Una scelta, quest'ultima, che la WWE sta valutando di prendere anche per far compiere a Bray Wyatt l'ultimo, decisivo passo che gli manca per tramutarsi in una top star a tutti gli effetti della WWE.

Cosa che si temeva non avvenisse nel caso in cui l'incontro si fosse tenuto a serata in corso al Grandaddy of Them All.

In tutto questo si colloca anche Luke Harper, atleta che come noto gode di una grandissima considerazione all'interno dello spogliatoio ma che per esigenze di booking è spesso stato trascurato.

L'intenzione è che, concedendogli il turn face che già è in corso, anche il WWE Universe possa rendersi conto delle sue capacità.

Randy Orton Wrestlemania