Big E fa andare su tutte le furie la dirigenza WWE


by   |  LETTURE 2283
Big E fa andare su tutte le furie la dirigenza WWE

Che gli atleti WWE ultimamente si siano lasciati un po' prendere la mano durante i promo e gli angle tenuti al microfono durante le puntate degli show settimanali è cosa abbastanza risaputa. Dalle forti parole avute da The Miz nei confronti di Daniel Bryan prima e di Renee Young poi, fino ad arrivare a quelle dello stesso GM di Smackdown Live il quale aveva accusato il suo collega dello show rosso di essere "scappato" in TNA, dopo essere stato rilasciato dalla WWE, diversi anni fa.

Tutto ciò però, a quanto pare, era comunque stato preventivato dalla WWE, o quanto meno era stata lasciata libertà agli atleti di poter calcare un po' la mano per poter regalare un po' più di veridicità ai segmenti, creando così più interesse e rilievo sugli show a livello mediatico.

Durante l'ultima puntata di Monday Night Raw però, c'è stata una frase, rilasciata senza il consenso della dirigenza e senza che fosse stata inclusa nello script originale dello show rosso, che ha letteralmente fatto infuriare diversi membri della dirigenza WWE.
A pronunciare la frase incriminata sarebbe stato uno degli ex Tag Team Champions del New Day, Big E esattamente, il quale rispondendo alla frase del compagno di team Kofi Kingston: "Ric Flair non avrebbe vinto 16 titoli mondiali senza perderne 15", ha detto: "Ciò che diventerà Charlotte tra un mese", facendo un chiaro riferimento ironico alla moltitudine di cambi nel giro titolato femminile di Raw a cui abbiamo assistito negli ultimi mesi tra Charlotte Flair e Sasha Banks. Diversi dirigenti, ascoltando tale frase si sono arrabbiati notevolmente, arrivando anche a fare una ramanzina all'ex Campione e arrivando ad editare ovviamente la frase nei consueti video del meglio della settimana in WWE.

Come potete vedere dal video qui sotto infatti, la frase è stata prontamente tagliata.
.