Royal Rumble, quante voci: match da urlo e grandi ritorni in vista

Iniziano a prendere forma le idee che la WWE sta portando avanti per la notte di San Antonio.

by Marco Enzo Venturini
SHARE
Royal Rumble, quante voci: match da urlo e grandi ritorni in vista

La Royal Rumble sarà il prossimo pay-per-view della WWE e di conseguenza, nonostante manchi ancora più di un mese all'evento, le voci su ciò che avverrà alla notte di San Antonio si fanno sempre più frequenti ed insistenti.

Partiamo dal match per il titolo di WWE Universal Champion, uno dei pochi ad essere già stato annunciato.

Sappiamo infatti che Kevin Owens dovrà ancora una volta respingere l'attacco di Roman Reigns e secondo molti osservatori la WWE ci ha già dato alcuni indizi su come quel match potrebbe finire. Stanno infatti trovando conferma le indicazioni secondo cui il Mastino non prenderà parte alla rissa a 30 uomini e questo potrebbe comportare la sua conquista della cintura nel corso dell'incontro titolato, che precederà la Royal Rumble stessa.

Più complicato, al momento, sembra capire il destino che avrà il titolo di WWE Champion.

Nella prossima puntata AJ Styles dovrà difenderlo dall'attacco congiunto di Dolph Ziggler e Baron Corbin in un Triple Threat Match, ma sappiamo bene che in quel di Chicago ci sarà anche il ritorno di John Cena.

Un'ipotesi molto accreditata, infatti, sostiene che Cena avrà un ruolo fondamentale in tale incontro, in cui dovrebbe comparire magari determinandone il risultato. In questo modo porrebbe le basi per l'inizio di una rivalità che potrebbe condurre proprio a un match per il titolo contro AJ Styles alla Royal Rumble.

Soprattutto dal momento che in WWE sembrano aver deciso di prolungare l'attesa del ritorno dell'Undertaker.

Una Royal Rumble della quale resta uno dei candidati più probabili alla vittoria, insieme a Braun Strowman.

Quest'ultimo sembra aver superato Chris Jericho tra i favoriti di Raw, e anche questo potrebbe indicare una possibile sconfitta di Kevin Owens contro Roman Reigns. Il Prizefighter sta andando a lunghi passi verso una faida con il suo attuale "migliore amico" e principale alleato Y2J, mentre Strowman sicuramente si scontrerà con il Mastino nel prossimo futuro.

Una volta liberatosi del pesante fardello della Wyatt Family, per la quale era solo un rinforzo temibile quanto non particolarmente intelligente, Strowman a Raw si sta guadagnando sempre più spazio e sicuramente lo attende un 2017 da big assoluto tra gli heel.

Altre due indicazioni verso il Royal Rumble Match: sembra che possa essere proprio questo il palcoscenico ideale per l'esordio nel main roster di Tye Dillinger, ovviamente con il numero di ingresso 10.

In WWE sono convinti che il suo "Ten! Ten! Ten!" possa essere il nuovo coro di riferimento per i fan, ai livelli dello "Yes! Yes! Yes!" che aiutò l'esplosione di Daniel Bryan. Perciò si pensa di volerlo presentare al grande pubblico proprio nel corso della notte di San Antonio, ottenendo un grandissimo pop.

Infine il capitolo Finn Bàlor.

Il Demon King è alle prese con una riabilitazione più complicata del previsto e ha anche ammesso in un'intervista di non voler rischiare un rientro prematuro che possa magari causargli una ricaduta. 'Bleacher Report' è però convinto che si tratti solo di una tattica della WWE e dello stesso lottatore irlandese per sorprendere tutti il prossimo 29 gennaio, nel momento in cui dovesse prendere parte alla Rissa Reale lasciando l'intero pubblico di stucco. E tramutandosi naturalmente nel nuovo favorito numero 1 a vincere.

Royal Rumble
SHARE