WWE NEWS

Kurt Angle si vede in WWE, e sogna un match da urlo

-  Letture: 629
by Marco Enzo Venturini

Ecco chi vorrebbe affrontare l'Eroe Olimpico. Un progetto difficilissimo da realizzare.

Kurt Angle potrebbe presto tornare in WWE. Questa non è più una notizia, tanto che l'eroe olimpico di Atlanta 1996 ha già individuato l'attuale dipendente della federazione di Stamford con cui sogna di incrociarsi in un prossimo futuro sul ring.

Lo ha fatto nel corso di una Q & A che ha tenuto con i suoi tanti fan su Facebook, nel corso della quale ha anche spiegato come si è avvicinato al mondo del wrestling dopo essersi seduto sul trono olimpico nella lotta libera: "Sin da piccolo avevo deciso che qualora fossi riuscito a conquistare la medaglia d'oro alle Olimpiadi quello sarebbe stato il momento in cui avrei smesso, e così è stato.

Se ad Atlanta nel 1996 avessi preso l'argento, allora avrei proseguito per altri quattro anni. Ma con un oro olimpico e il titolo mondiale del 1995 nella mia bacheca ho pensato che la mia eredità sarebbe rimasta intatta.

Ho preso questa decisione e non me ne pento, anche perché anche con il Pro-Wrestling è stato amore a prima vista. Questo è stato quando ho deciso di cambiare".

Tra l'altro anche nell'attuale WWE l'ex campione TNA ha individuato alcuni atleti che a suo giudizio gli somigliano: "Si tratta di Gable e Jordan, parlando dei giovani.

Sono convinto che abbiano molto da offrire, non so se saranno dei futuri Kurt Angle, ma finché continueranno a migliorare e se saranno in grado di non mettersi addosso troppa pressione per essere migliori di quanto siano, allora penso che andranno molto lontano.

Li aspetto al varco".

E riguardo al dream match? Angle individua due campionissimi, rendendosi però conto che la sfida con uno di loro è ormai impossibile e che anche quella con l'altro è molto, molto difficile: "Mi piacerebbe affrontare Bret Hart, ma so che questo non sarà possibile, a causa dell'ictus che l'ha colpito 15 anni fa.

Quindi dico Daniel Bryan. So che le possibilità sono poche, ma non perdo la speranza di battermi con lui. Potremmo ancora avere questo match".

Ricordiamo che Daniel Bryan, attualmente General Manager di SmackDown, ha dovuto prematuramente dire addio al wrestling a soli 35 anni, per le conseguenze di una serie di traumi cranici.

La moglie Brie Bella ha recentemente confessato che lo Yes Man ha anche acuito i suoi problemi di depressione dopo il suo ritiro e lo stesso ex campione del mondo dei pesi massimi WWE ha in diverse circostanze ammesso di fare molta fatica ad accettare di non potersi più esibire sul quadrato.

Questa vicenda è recentemente finita anche al centro di una storyline con l'ex campione intercontinentale The Miz.

Spesso circolano voci che alcuni medici, a differenza di quelli della WWE, autorizzerebbero Bryan a tornare in azione.

Potrebbe farlo in un incredibile dream match con un altro profeta del wrestling tecnico come Kurt Angle? .

Powered by: World(129)