The Blueprint #129 - Daddy's Back

I ritorni di CM Punk e Randy Orton hanno, finalmente, scosso un prodotto che, fino a questo punto, era rimasto piatto. E con la firma di The Viper per SmackDown, la scena del roster blu si infiamma!


by ALAN MACK

The Blueprint #129 - Daddy's Back
© WWE YouTube / Fair Use

In una scena che ci ha ricordato molto il segmento della firma del contratto di Batista con Teddy Long e Eric Bischoff, Randy Orton fa la sua scelta e sceglie il roster di SmackDown, preferendo la vendetta su coloro che lo hanno messo fuori dai giochi per più di un anno ad una possibilità di competere per il World Heavyweight Championship a Raw. Alla Royal Rumble, dunque, è molto probabile che vedremo quell'incontro che non abbiamo avuto il piacere di vedere, ovvero Randy Orton vs Roman Reigns per il WWE Universal Championship. E l'Apex Predator ha giurato vendetta su tutti i componenti della Bloodline. Forse è una fantasia, una speranza e un lavoro di fantabooking, ma se Randy Orton riuscisse nel suo intento nell'eliminare tutti i membri della Bloodline, il Tribal Chief si ritroverebbe da solo. E dato che, nell'ultimo anno, ogni suo incontro si è concluso con un'interferenza esterna, vederlo davvero da solo potrebbe essere il momento della sua disfatta! Anche se, tornando seri, un regno così merita di concludersi a WrestleMania.

Inoltre, il team Blueprint ha analizzato un altro dettaglio importante: la RKO su Nick Aldis! Forse un modo per lasciare la firma e mettere in chiaro chi ha appena firmato per il roster? Oppure c'è qualcosa di più in ballo? Nick Aldis può ancora lottare...DEVE ancora lottare. E se questa RKO sia solo l'inizio di una faida tra il GM di SmackDown e il rientrante Orton? Che i due possano scontrarsi allo Showcase of Immortals? Sarebbe una consacrazione per la carriera da wrestler di Aldis. Chi ha avuto il piacere di seguirlo in NWA, non può che essere rimasto ammagliato dalle sue abilità in ring.

Tra le tante analisi (e tante boiate sparate), al team è piaciuto molto l'interazione tra i due GM dei roster. Questa storia potrebbe portare al ritorno dello SmackDown vs Raw in vista delle Survivor Series per il prossimo anno. Ma quindi perché non farlo quest'anno? Con un anno di tempo, c'è più modo di poter costruire una buona storia e tante attese per il prossimo evento, quando le due fazioni si scontreranno. Dario ha addirittura azzardato che Nick Aldis sia (o possa diventare) il miglior GM di SmackDown della storia, sorclassando persino Teddy Long. E gli altri, ovviamente, sono d'accordo.

Questo e molto altro nell'edizione numero 129 del Blueprint!

Cm Punk Randy Orton Smackdown