Wrestling Times Podcast #7: Night of Champions Review

Con la conclusione di Night of Champions, tiriamo le somme e vediamo cose ci è piaciuto e cosa non ci è piaciuto dell'evento.


by ALAN MACK

Wrestling Times Podcast #7: Night of Champions Review

;

Night of Champions si conclude, lasciandoci con grande stupore per alcuni risultati. L'evento è stato molto godibile, il che ci è risultato difficile dirlo nelle ultime edizioni degli eventi PLE in Arabia Saudita. Ma qui ci siamo molto divertiti e abbiamo assistito ad un evento molto godibile e da rivedere. Possiamo azzardare a metterlo a pari livello con la Notte 1 di WrestleMania, se non addirittura migliore di quella sera. Questo per il semplice motivo che i risultati dello Showcase of Immortals erano molto scontati. Night of Champions, invece, ci ha regalato una card su cui abbiamo discusso a lungo e, per alcuni incontri, pensavamo che il risultato fosse scontato, ma che così non è stato.

Uno di questi match, sicuramente, è il match per il titolo femminile di Raw tra Bianca Belair e Asuka. Il match non verrà di certo ricordato per la bellezza, ha avuto molto momenti morti e lunghi periodi di pausa, ma la scena finale è stata una conclusione che non ci saremo mai aspettati. Asuka sputa il Blue Mist sulla sua mano per accecare Bianca, due calci ben piazzati sulla nuca della sua avversaria e il conto di 3 che ci ha fatto saltare dalle poltrone. 

Altra sorpresa è stato l'incontro valido per il titolo intercontinentale di Gunther, che ha difeso la cintura con successo contro Mustafa Ali. Se molti credevano che ci sarebbe stato uno squash clamoroso, si è dovuto ricredere. Ali ha lottato in maniera ottimale, riuscendo ad ottenere la vittoria per pochissimi secondi. Tuttavia, siamo tutti d'accordo su una cosa: era impossibile che Gunther potesse perdere la cintura.

La nota dolente di questo evento è stato Cody Rhodes vs Brock Lesnar. Siamo ancora nel dubbio sulle motivazioni dell'attacco di Brock sull'American Nightmare, l'overbooking di Cody in questo incontro è stato pazzesco (in senso negativo) e molti momenti che erano completamente senza senso. Per esempio, durante la prima Kimura Lock, Cody bastava che abbassasse il piede per poter toccare la corda, invece lui continuava ad ostinarsi di voler raggiungere le corde con la mano. Brock ha eseguito ben 2 Kimura Lock e una F5 per poter ottenere la vittoria per KO sul suo avversario e la micidiale sottomissione di Lesnar è stata applicata proprio sul braccio rotto di Cody. E, nonostante questo, Cody ha continuato a lottare l'incontro come se la Kimura Lock non avesse avuto il tremendo effetto che conosciamo.

Il momento più importante è quello del finale dell'evento. La Bloodline è, finalmente, arrivata al capolinea e non vediamo l'ora di scoprire come finirà la storyline, una delle migliori, se non LA migliore degli utlimi 5 anni. La rottura era nell'aria già da un po', ora sembra essere definitiva. L'aria si sta facendo più pesante con i giorni che passano e Summerslam è vicino, l'evento dove potremo assistere alla fine definitiva (per molti, WrestleMania è lo scenario adatto, ma sarebbe ancora troppo lungo).

Ovviamente, non dimentichiamoci del nuovo World Heavyweight Champion. Seth Rollins scrive la storia sconfiggendo AJ Styles e conquista il tanto fatidico e atteso titolo mondiale in un match grandioso e memorabile, nonostante l'inizio lento (ormai una costante dei match di Styles). Molti si stanno preoccupando che Rollins possa essere un campione "alla Roman Reigns", ovvero che potrebbe sparire per un po' per concludere le riprese di Captain America: New World Order, ma non sembra essere questo il caso. Tutti i promo che ha fatto, le sue dichiarazioni, fanno pensare il contrario. Ora, in vista di Money in the Bank, sarà curioso vedere chi sarà il suo primo avversario.

Ricordiamo che la puntata è stata registrata Domenica, quindi gli avvenimenti del giorno dopo a Raw non rientrano nella nostra review. Buona visione a tutti, iscrivetevi al canale e seguiteci sui social per i prossimi aggiornamenti!

Night Of Champions