Firefly FunHouse, un grande ex della WWE lancia una polemica


by   |  LETTURE 3580
Firefly FunHouse, un grande ex della WWE lancia una polemica

Ha fatto molto discutere l'ultimo episodio di Firefly FunHouse, la terrificante serie per bambini andata in onda durante Monday Night Raw. Durante questa puntata, infatti, Bray Wyatt ha punito Ramblin Rabbit, il suo amico coniglio, per aver fatto del male a Mercy The Buzzard.


L'ex tag team partner di Matt Hardy ha infatti preso un gigante martello e l'ha utilizzato per schiacciare il coniglio, per poi assaggiare il suo sangue e metterlo in un barattolo pronto per la vendita. Questo fatto non è piaciuto per nulla ad un grande ex lottatore della WWE: stiamo parlando di Bully Ray che, su Twitter, ha posto l'attenzione dei suoi fan su una contraddizione piuttosto forte.
Il lottatore infatti ha ricordato come la compagnia di Stamford ormai da tanti anni abbia creato una campagna contro il bullismo chiamata "Be a STAR" in collaborazione con la National Information Network Health Association.
Proprio per questo motivo una volta lasciata la TNA e ritornato nelal compagnia di Vince McMahon, ha dovuto sostituire il suo nome "Bully" in quanto richiamava a quel mondo.

Ecco il Tweet in questione:

"P.S.

Non possiamo usare il nome "Bully" ma spaccare il cranio di un coniglio con uno Sledge-O-Matic è assolutamente fantastico" Chissà se Bray Wyatt risponderà a questo Tweet nel suoi confronti: del resto, il lottatore ha pubblicato dei post coinvolgendo R-Truth e lo Shield. Staremo a vedere.