Daniel Bryan spiega perché non si è presentato a SmackDown


by   |  LETTURE 4784
Daniel Bryan spiega perché non si è presentato a SmackDown

Daniel Bryan non ha preso parte all'ultima puntata di SmackDown, non presentandosi sul ring di Minneapolis e questo ha generato la reazione rabbiosa e infastidita del suo attuale rivale numero uno, l'ex campione AJ Styles.

In realtà l'ex Yes Man ha semplicemente riposato per una settimana, ma nel frattempo lui e la WWE hanno usato questa assenza per contribuire alla costruzione del suo nuovo personaggio. In ossequio al "nuovo" Daniel Bryan, egoista, mitomane e ossessionato dal successo, il detentore del massimo titolo di SmackDown ha infatti spiegato su Twitter i motivi per cui non si è presentato alla puntata di martedì.

E le sue parole dimostrano che l'atleta si è perfettamente calato nei suoi nuovi panni. Rispondendo a un tweet dell'account WWE del sud-est asiatico, che riportava le parole di AJ Styles di critica nei suoi confronti, Daniel Bryan ha infatti spiegato: "Il vecchio Daniel Bryan ha combattuto 227 incontri in un anno solare, molti più di quanti AJ ne abbia mai disputati nella sua intera carriera.

Poco dopo ha avuto bisogno di un intervento chirurgico al collo. Il nuovo Daniel Bryan è al di sopra di quel tipo di masochismo":


In altre parole, anche a SmackDown ci apprestiamo a vedere un campione "con il freno a mano tirato" (anche se facilmente non ai livelli cui ci ha abituato Brock Lesnar a Raw).

Con un Daniel Bryan che ha accettato al 100% la sua nuova realtà professionale, tanto da scrivere un tweet completamente piegato alla storyline e alla visione WWE del mondo, come si può capire anche con il riferimento al numero di match fatti da AJ Styles in carriera, che non tiene conto di ciò che è avvenuto al di fuori della compagnia di Stamford.