SOCIAL

Risultato di No Mercy fa discutere: mezzo roster si infuria *SPOILER*

-  Letture: 3928
by Marco Enzo Venturini

Oltre a tanti tifosi, un lungo elenco di lottatori sotto contratto con la WWE ha manifestato un feroce disappunto sui social.

WWE No Mercy ha ottenuto, in queste prime ore dopo lo svolgimento dell'evento, dei giudizi molto contrastanti. Se diversi match (specialmente i primi della card) sono stati molto apprezzati da pubblico e critica, altri hanno invece diviso.

E in particolare uno ha fatto infuriare non solo i tifosi, ma perfino mezzo roster sotto contratto con la WWE. E un lungo elenco di lottatori ha manifestato il proprio vibrante disappunto sui social network. Si tratta del match valido per il titolo di Cruiserweight Champion, andato a Enzo Amore dopo aver sconfitto Neville.

La divisione dei pesi leggeri viene da mesi molto difficili (durante i quali si è anche parlato di cancellazione), ma ha sempre vantato un pregio: quello di regalare incontri ad altissimo livello qualitativo e tecnico.

Ora invece la vittoria del Certified G, secondo tantissimi utenti di Twitter, rappresenta una bocciatura dell'intera divisione: i tanti pesi leggeri che da mesi combattono ogni settimana (spesso, purtroppo, nel disinteresse generale) hanno visto la loro cintura andare intorno alla vita dell'ultimo arrivato.

Che senz'altro non è un mostro della tecnica e che oltretutto è detestato dai colleghi WWE per i suoi comportamenti sopra le righe fuori dal ring.

La vittoria di Enzo è stata criticatissima sui social network già nelle primissime ore dopo No Mercy:

Enzo è stato poi criticatissimo anche per il look, ancora più appariscente rispetto al suo solito, con cui si è presentato sul ring: E se possibile c'è di peggio.

Come detto, infatti, non solo i fan hanno manifestato il proprio disappunto, ma addirittura i lottatori della WWE. Nello specifico sono stati proprio i membri della divisione Cruiser a lamentarsi, iniziando praticamente una crociata pubblica contro Enzo.

Ecco i loro commenti via social:

.

Powered by: World(129)