Seth Rollins si commuove ricordando Bray Wyatt: "Eri sempre pieno di gioia"



by MARCO ENZO VENTURINI

Seth Rollins si commuove ricordando Bray Wyatt: "Eri sempre pieno di gioia"
© YouTube WWE / Fair Use

Bray Wyatt è morto lo scorso 24 agosto, ed è ancora difficile realizzare che sia successo per davvero. Aveva solo 36 anni e, nonostante fosse noto da mesi che stava lottando con una malattia, le speranze di tutti erano tornate a crescere dopo che suo padre Mike Rotunda aveva affermato che era vicino a mettersi il peggio alle spalle.

Il tre volte campione del mondo ha ricevuto tantissimi omaggi in queste ore, da colleghi presenti e passati, e questo non si fermerà presto. Uno dei più toccanti e personali è stato però quello che Seth Rollins ha deciso di pronunciare dall'interno della sua macchina, poche ore prima che iniziasse la puntata di SmackDown dedicata alla memoria di Windham Rotunda.

Seth Rollins si è preso qualche ora prima di commentare la tragica vicenda, quindi ha pubblicato sul suo account ufficiale di Twitter un videomessaggio in cui ha condiviso con i fan i suoi pensieri su Bray Wyatt, non riuscendo a nascondere il suo sgomento per la scomparsa del collega e amico.

Ha definito Windham Rotunda una persona "semplice e complessa", che però amava visceralmente. Amava anche lavorare con lui, perché era sempre colmo di gioia. Si è quindi arreso alla commozione dopo aver rivelato di una conversazione avuta con l'amico dopo la prematura scomparsa di Brodie Lee.

Ossia quel suo antico rivale (e alleato nell'Authority) quando in WWE si faceva chiamare Luke Harper.

Bray Wyatt, l'emozione di Seth Rollins nel ricordarlo

"La verità è che ancora non so davvero cosa dire", ha affermato Seth Rollins all'inizio del messaggio, dopo una lunghissima esitazione dovuta alla sua palese emozione.

Poi ha iniziato a parlare di Bray Wyatt, chiamandolo con il suo nome reale: "Windham era davvero unico. Un individuo semplice, ma profondamente complesso. E l'ho amato. Lo amavo, mi piaceva lavorare con lui, ma soprattutto mi piaceva semplicemente stare con lui.

Era sempre pieno di gioia. Aveva semplicemente questi occhi, che ti facevano spuntare un sorriso, una risata. Era una presenza che ti rendeva felice, e questo ci mancherà a tutti". A questo punto Seth Rollins ha deciso di raccontare il Bray Wyatt ancora più privato: "Ho pensato soprattutto alla sua famiglia e volevo dirvi questo.

Anche se non so se volevo sia la parola giusta. Pensavo di andare a SmackDown stasera, ma questo avrebbe significato lasciare la mia famiglia un giorno prima. Continuo a ripensare alla conversazione che ho avuto con Windham al telefono quando Brodie Lee è morto qualche anno fa.

E, sapete, l'avevo appena chiamato per controllare e vedere come stava. E abbiamo parlato, lui stava bene, e io stavo bene, e nessuno di noi due stava davvero bene". Quindi il momento più toccante di quella sua telefonata con Bray Wyatt.

"Abbiamo concluso la conversazione con ti voglio bene e arrivederci. E questo lo ricordo in modo molto specifico. Ha detto, vai ad abbracciare quella bambina, parlando di mia figlia. E quindi sento che è quello che dovrei fare.

Quindi Windham, ti amo, amico. Mi mancherai. Mancherai a tutti noi. E ci vediamo lungo la strada, ragazzone. Ciao", ha concluso Seth Rollins con gli occhi gonfi di lacrime.

Seth Rollins Bray Wyatt