Superstar WWE racconta di aver tentato di togliersi la vita: il suo messaggio social



by   |  LETTURE 824

Superstar WWE racconta di aver tentato di togliersi la vita: il suo messaggio social

La Superstar di NXT Amari Miller, ha annunciato di recente sul proprio account TikTok di aver tentato di togliersi la vita una settimana fa. Inoltre ha anche chiesto ai fan di combattere con lei nella didascalia del video.

“Non tutto è quel che sembra, la salute mentale è complicata, dovremmo tutti parlare anche se so che è difficile, siete amati, combattete con me per favore! Non lo faccio per ricevere pietà, ma per relazionarmi e per farvi sapere che non siete soli e sono qui per chiunque ha bisogno di un orecchio per ascoltare! #mentalhealth #blessed #fyp #stayalive #pushthrough #positivity.”

Ovviamente noi di World Wrestling mandiamo un abbraccio ad Amari Miller e vi ricordiamo che non siete mai soli, se avete bisogno di parlare c’è sempre qualcuno lì per voi: amici, famiglia, fidanzati, mariti, mogli, ma anche enti che si mettono a disposizione 24/7 per ascoltarvi e aiutarvi.

Non è la prima volta nel wrestling 

In un'intervista sul canale YouTube di Maurice Benard: State Of Mind a dicembre 2021, l'ex Superstar della WWE, AJ Mendez, nota anche come AJ Lee nella federazione di Stamford, aveva parlato della sua salute mentale e del suo tentativo di suicidio nel 2014 quando era ancora sotto contratto con la WWE. 

"Nessuno lo sapeva. Ed è proprio per questo che sono diventata una sostenitrice della salute mentale di diversi uomini e donne. Ho deciso di scrivere un libro su questo problema ma non ho ancora parlato del mio problema. Ero in TV ed ero una campionessa, per me era un anno perfetto e meraviglioso quello. Ma avevo diversi problemi. L'essere bipolare mi ha cambiato la vita e me l'ha resa più difficile. 

In quel periodo, ho dovuto assentarmi dal lavoro per degli interventi chirurgici. Di nascosto con mio marito decidemmo di sposarci. Quindi tutto stava accadendo molto velocemente e la mia vita stava avendo tanti alti e bassi. Avevo paura di dover subire degli interventi chirurgici. Sono successe tante cose poi alla fine, mi sono fatto male sul ring e mio marito è stato citato in giudizio. Tutto ad un tratto, all’improvviso e nello stesso anno. Le cose andavano alla grande ma il mio disturbo bipolare non riuscivo a gestirlo. Era troppo per me. Non mi stavo prendendo cura di me stessa come avrei dovuto.”