Kyle O’Reilly fatica a riprendersi dopo l'infortunio e l'operazione: l'aggiornamento



by   |  LETTURE 721

Kyle O’Reilly fatica a riprendersi dopo l'infortunio e l'operazione: l'aggiornamento

Nel mese di settembre, Kyle O’Reilly ha voluto comunicare a tutti i suoi fans un infortunio subito al collo con un post un po’ speciale su Instargram. O'Reilly aveva infatti condiviso una foto di una lattina di Surge scrivendo poi "Neck" (collo) sopra l'etichetta. Poi ha allegato anche una foto di se stesso in un letto d'ospedale, descritta con la melodia di "Alive" dei Pearl Jam, e ha concluso con una foto di un'auto Ford Fusion. La parola "Ford" era coperta dalla parola “Neck."

L’ex membro dell’Undisputed Era non lotta in AEW dall’episodio dell’8 giugno di AEW Dynamite dove ha vinto l'AEW Interim World Title 2 Contendership Casino Battle Royale. Più tardi nella notte, ha perso contro Jon Moxley in un AEW Interim World Title #1 Contendership.

Come sta ora il wrestler?

Qualche ora fa, lo stesso O’Reilly ha voluto aggiornare i fans sulle sue attuali condizioni, sempre sui social: “Nuovo anno, nuovo me. Odio il fatto che suoni così smielato e un cliché, ma nel caso di Kyle O'Reilly e del 2023 suona molto vero. Affrontare un problema post-chirurgico (che rivelerò in un secondo momento) mi ha causato un sacco di frustrazione e ho trascorso gli ultimi mesi del '22 con rabbia e confusione. Al fine di tornare sul ring, semplicemente non posso tornare al meglio come prima. Devo diventare migliore in ogni aspetto del mio benessere atletico. Devo allenarmi meglio, mangiare meglio e recuperare con intenzione.

Molti di voi sono a conoscenza della mia battaglia con il diabete di tipo 1 e questo mi mette anche in una posizione di svantaggio in termini di guarigione e recupero. Per fortuna lavorare con @thediabeticfighter mi ha ispirato a riprendere il controllo della mia vita e finalmente a scendere dalle montagne russe di zucchero nel sangue. Non posso raccomandare i servizi di quest'uomo abbastanza, in soli 6 giorni sto passando più tempo a raggiungere il mio obbiettivo, più di quanto io non abbia mai fatto nei mesi precedenti. E ovviamente non ce l'avrei fatta senza il mio fidato @eversensecgm. È sorprendente quanto sia costantemente preciso questo dispositivo è ed è stato il mio tag team partner per quasi 5 anni. Se il trasmettitore cade durante la terapia fisica o mentre cammino, posso riattaccarlo.

Non ho parlato molto del mio infortunio e delle difficoltà mentali che ho affrontato, ma mi sto rendendo conto di quanto sia terapeutico scriverlo. Le nostre parole hanno così tanto potere anche se le stai solo pensando o scrivendo. Quindi un "nuovo me" è una necessità per garantire che avrò ancora una volta l'onore e il privilegio di camminare giù per quella rampa e camminare attraverso quelle corde. Aspettatevi di più da me mentre i mesi vanno avanti per avere anche un assaggio della mia ricostruzione e mentre mi rimetto in sesto per un ritorno che non vedo l’ora possiate vedere.”