William Regal rompe il silenzio dopo l’addio in AEW: parole dirette sui social



by   |  LETTURE 1181

William Regal rompe il silenzio dopo l’addio in AEW: parole dirette sui social

William Regal ha deciso di non rimanere in silenzio e così è entrato sul proprio account Twitter per comunicare a tutti quali sono i suoi pensieri sui vari rumors che sono usciti riguardo al suo addio in AEW.

"Sembra che ci siano un sacco di notizie su di me che vengono sparse in giro. Ci sono abbastanza persone che mi conosco realmente (anche se sono poche poiché la fiducia è una cosa importantissima per me) e che conoscono la verità. A meno che voi non lo sentiate direttamente da me, nel migliore dei casi sono notizie dette da altre persone…

.... a meno che non le sentiate direttamente da me, è qualcosa o di sbagliato o l'interpretazione di qualcuno di ciò che sta realmente accadendo. E questo significa TUTTO ciò che viene detto su di me da ogni "fonte". Questo vale per CHIUNQUE DICE di avermi parlato o conosciuto. Una lingua ferma mantiene una testa saggia!”

LEGGI QUI - AEW: Tony Khan conferma l’addio di William Regal e spiega il perché

I rischi di Regal in WWE

Giusto questa mattina vi abbiamo riportato che la WWE ha siglato un accordo con William Regal, anche se per ora la cosa non è ufficiale, quindi forse il Sir inglese non sarebbe d’accordo, però ovviamente si vedrà più avanti.

Regal nella sua carriera si è ovviamente preso tanti rischi, ma con la WWE uno in particolare, come ha raccontato più volte in diverse interviste: "Quando l'ho incontrata per la prima volta, lei (Sasha ndr) aveva tra i 18 e i 19 anni ed eravamo a Boston. Io ero nel catering e lei era un extra. Mi chiese se poteva venire con me e sedersi e farmi alcune domande alle quali potevo rispondere, anche più di una. Io aiuto sempre tutti quelli che posso, così mi sedetti e risposi alle sue domande e tutte le volte in cui l'ho vista dopo di quella volta, è successa la stessa cosa.

Ci sono state solo 4 persone sulla quale mi sono sentito di scommettere con Mr McMahon e Triple H e ci ho scommesso su la mia reputazione. Ho messo il mio lavoro in pericolo per loro ed una di esse era Sasha Banks. Lei è stata una di quelle perché io la conoscevo e la prima cosa che ho voluto fare con il mio lavoro era assumerla. Dissi loro 'Se non funzionerà, potete licenziarmi' Non è stata una di loro. Quella è una cosa separata.”