CM Punk beccato in pubblico dopo la sospensione dalla AEW - FOTO



by   |  LETTURE 1426

CM Punk beccato in pubblico dopo la sospensione dalla AEW - FOTO

Nell'ultimo mese non si è fatto altro che parlare di CM Punk e della sua conferenza stampa shoot in cui ne ha avute di cotte e di crude nei confronti degli Young Bucks, Kenny Omega e Colt Cabana (ormai suo acerrimo nemico).

Ne è scaturita una rissa nel backstage che ha portato alla sospensione di vari atleti, Punk in primis, e alla revoce del titolo di campione mondiale. In queste ore è emersa in rete la prima foto di CM Punk in pubblico dopo la sospensione, confermando anche le voci del post All Out.

Il wrestler di Chicago indossa un tutore al braccio, segno che ha davvero riportato un infortunio al tricipite nel match contro Jon Moxley al PPV. Non si conoscono i suoi tempi di recupero (c'è chi parla anche di 8 mesi) ma la sensazione generale è che Punk possa non tornare mai più in AEW, concludendo dopo appena un anno la sua esperianza in All Elite.

Prima apparizione pubblica di CM Punk dopo la sospensione

Un comportamento che Eric Bischoff ha definito imperdonabile e che, secondo molti, potrebbe aver segnato la parola fine sulla sua carriera in All Elite. Anche Wade Keller di PWTorch ha così dichiarato: "Non penso proprio che CM Punk torni a lottare in AEW.

Non è una cosa certa al 100%, ma tutti gli indizi lasciano propendere verso questa direzione. E probabilmente il suo contratto verrà rescisso". Nonostante l'assenza di CM Punk, Dynamite ha ottenuto ultimi ascolti nelle ultime settimane, superando anche il milione di spettatori nella puntata pre Grand Slam.

Anche Alan Angels ha voluto parlare di un possibile addio dalla AEW di CM Punk e dell'Elite: “Se questo fosse accaduto in una federazione normale sarebbero stati tutti licenziati perchè dovrebbero essere tutti licenziati"

I piani originari del main event di All Out, tra l'altro, erano ben diversi: MJF avrebbe dovuto affrontare Punk proprio a Chicago e uscire possibilmente dall'arena con il titolo mondiale attorno alla vita, riaccendendo una grande rivalità del passato.