Matt Hardy rompe il silenzio dopo l’arresto del fratello Jeff



by   |  LETTURE 1152

Matt Hardy rompe il silenzio dopo l’arresto del fratello Jeff

A seguito dell’ennesimo arresto del fratello Jeff Hardy, che è stato anche tolto da show e contenuti della All Elite Wrestling, finalmente si è fatto sentire anche suo fratello e tag team partner Matt Hardy.

Infatti su Twitter ha scritto: “È stato scoraggiante sentire le notizie su mio fratello ieri. Il recupero non è un processo lineare e continuerò a fare tutto il possibile per aiutare mio fratello ad essere sano. Essere sano e in forma è la cosa più importante per Jeff, sua moglie, i suoi figli e la nostra famiglia in questo momento.”

Solo qualche ora fa la moglie di Matt Hardy, Reby, aveva reagito in un modo davvero particolare a questa notizia, scatenando anche le polemiche del web che l’ha trovata fuori luogo data la situazione delicata.

Le parole di Matt Hardy prima dell'incidente

Come già accennato nelle notizie precedenti, gli Hardys avrebbero dovuto esibirsi nella puntata di mercoledì di AEW Dynamite in un AEW Tag Team Championship ladder match, contesa che ovviamente è stata annullata.

Durante una chiacchierata con Lucha Libre Online, Matt Hardy aveva parlato proprio del match non vedendo l’ora di affrontarlo nel caso in cui Jeff avesse avuto il via libera dei medici dopo un piccolo infortunio subito durante AEW Double Or Nothing.

“Finché i medici daranno a Jeff il via libera, e penso proprio che sarà così, vogliamo davvero andare la fuori e tirare giù l’arena in questo three-way ladder match e diventare i nuovi AEW World Tag Team Champions. Se dovesse accadere, diventeremo il primo tag team nella storia del pro wrestling ad aver detenuto i titoli maggiori di coppia in quattro differenti decadi.

È stato davvero bello collaborare di nuovo con Jeff, specialmente in AEW, dove sento che veniamo evidenziati in una certa luce che rimane fedele allo status di leggenda, che speriamo di aver ottenuto. La gente ce lo dice. Onestamente non ci sentiamo necessariamente così perché siamo due ragazzini che saltano su un trampolino alla fine della giornata. Abbiamo sognato di farlo.”