WWE: Sami Zayn esce dal personaggio per Big E



by   |  LETTURE 1269

WWE: Sami Zayn esce dal personaggio per Big E

Il grave infortunio occorso a Big E nella puntata di Friday Night Smackdown dell'11 Marzo è stato uno degli eventi più scoccanti in questo inizio di 2022. L’ex WWE Champion sarà costretto a stare lontano dal ring per parecchio tempo a causa di una doppia frattura al collo, nella speranza che riesca a recuperare la piena funzionalità, dopo la frattura delle vertebre C6 e C1.

Il membro del New Day salterà ovviamente la 38esima edizione di WrestleMania, che si svolgerà in due serate all’AT&T Stadium di Arlington nei pressi di Dallas. Big E avrebbe dovuto collaborare con Kofi Kingston e Xavier Woods in un match vociferato contro Sheamus, Ridge Holland e Butch.

Di recente, l’ex medico della WWE David Cho ha rivelato che la frattura di Big E potrebbe non guarire completamente: “Benché non sia necessario un intervento chirurgico, non c'è la garanzia che quella frattura guarisca completamente, come successo con molti atleti in passato"

Sami Zayn rilascia un messaggio a cuore aperto al collega

Dopo i vari messaggi arrivati dai colleghi e da altri addetti ai lavori, dopo lo spavento arrivato un paio di settimane fa, nei confronti di Big E è arrivato anche un messaggio da parte di uno degli heel più viscidi dello show blu, il canadese Sam Zayn.

Uscendo clamorosamente dal suo personaggio, Sami ha voluto fare un augurio veramente speciale al suo amico, oltre che collega, Big E, dopo il messaggio dello stesso ex WWE Champion, il quale ha confermato come uno dei dottori che lo segue gli abbia rivelato di aver per poco sfiorato un paralisi, un ictus o addirittura la morte.

Questo il messaggio a cuore aperto del canadese:


"E' un miracolo semplicemente l'essere ancora vivi.

Sono grato della chance di essere riuscito a passare del tempo insieme, condividendo il ring, condividendo storie e condividendo risate" . In casi molto importanti come questo, in passato, moltissimi atleti hanno voluto mettere da parte il proprio character e le proprie storyline, per augurare il meglio al proprio avversario di ring, come accaduto a personaggi come JBL, che fu uno dei primi a piangere la morte di Eddie Guerrero, uno dei suoi più grandi amici nella vita reale, che però sul ring era invece il suo più acerrimo nemico, voluto dalla WWE.