Ex lottatore WWE viene criticato per aver sbagliato a scrivere un nome



by   |  LETTURE 878

Ex lottatore WWE viene criticato per aver sbagliato a scrivere un nome

Tutto questo ha veramente dell’assurdo, eppure è davvero accaduto al povero ex Kalisto che ora si fa chiamare Samuray Del Sol, che cercava solo di esprimere un bellissimo sentimento e pensiero nei confronti di un amico e collega che non c'è più e invece è stato preso a parole.

L’uomo infatti ha debuttato a AEW Dynamite la scorsa notte in un tag team con Aerostar, per affrontare insieme gli FTR per cercare di portare via loro le cinture AAA World Tag Team Titles che i due hanno vinto contro i Lucha Bros poco tempo fa.

Una lettera crea polemica

Dopo la messa in onda della puntata, Del Sol ha fatto login su Twitter per scrivere un bellissimo tweet dedicato alla memoria di Jon Huber, meglio conosciuto come Brodie Lee, che è stato anche suo amico. Queste le sue parole: “Ho pregato e parlato con John (Brodie Lee) prima del mio match.. grazie per avermi mostrato la tua casa @AEW e per avermi dato la forza e l’energia di cui avevo bisogno oggi. Per sempre nel mio cuore Fratello.”

I più attenti di voi avranno notato che c’è un piccolo errore nel tweet, ovvero il luchador ha scritto “John” invece che “Jon”, come realmente si scrive il nome dell’ex leader del Dark Order. Questo errore l’ha subito notato Chris Jericho, che ha ricondiviso il tweet scrivendo sopra: “Hai scritto male il suo nome.”

Subito sotto la moglie Amanda Huber ha risposto con una gif con scritto: “Perché mi state facendo ‘booo’? Ho ragione” e un fan le ha scritto: “Penso sia perché l’inglese non è la sua lingua madre quindi probabilmente non se n’è accorto” e lei: “Yeah, non è una scusa per scrivere male il nome di qualcuno se vuoi fare nomi.”

Non c’è dubbio che rispettare il nome di qualcuno sia una cosa molto importante, perché è parte di noi e ciò che ci identifica, però è anche vero che magari il correttore glielo ha cambiato perché il nome con la H è più popolare e/o il cellulare l’ha memorizzato di più, o magari non essendo la sua lingua appunto non si è accorto. Tra l'altro Rusev/Miro ha sempre scritto "Brody" eppure nessuno lo ha mai corretto.

La cosa più giusta da fare era scrivergli in privato, ma davvero ricondividere così pubblicamente un tweet e “umiliarlo” davanti a tutto il mondo, è pessimo, ma sappiamo che Jericho non è nuovo a questi comportamenti. Per fortuna i fans hanno capito e preso le difese del luchador. Di certo, per come conosciamo Brodie Lee attraverso il racconto di amici e colleghi, lui non si sarebbe comportato così nei confronti di Del Sol. Che polemica assurda.