Charlotte Flair risponde ai giornalisti con un tweet



by   |  LETTURE 2457

Charlotte Flair risponde ai giornalisti con un tweet

Nell’ultima settimana Charlotte Flair è stata protagonista di diverse news che vi abbiamo anche riportato qui sul nostro sito, dopo aver fallito il suo segmento dello scambio dei titoli con Becky Lynch.

Esattamente per tutta la durata di questa settimana la Regina è completamente scomparsa dai social network, dove solitamente è molto attiva, lasciando intendere che avesse bisogno di una pausa dal polverone che si è sollevato.

Ieri però, dopo la sua apparizione a SmackDown che l’ha vista protagonista del segmento iniziale che ha dato il via alle danze, ha voluto rispondere a suo modo ai giornalisti che l’hanno attaccata in questi giorni, o che semplicemente hanno riportato qualcosa sul suo conto.

La risposta in realtà è stata molto semplice, infatti ha postato sul suo account Twitter una gif presa da un episodio del popolare show americano Saturday Night Live, dove due degli attori che lavorano allo spettacolo dicono: “Io sento un rumor! Io sento un rumor!”

Non è la prima volta che Charlotte sceglie di utilizzare l’ironica per superare questi momenti e affossare anche i giornalisti americani, o comunque anche altre volte è stata in grado di rispondere in maniera del tutto tranquilla.

Però ancora silenzio stampa

Vi ricordiamo che il tour nel Regno Unito si sta avvicinando e la WWE ha vietato alla sua campionessa di Friday Night SmackDown di parlare con i giornalisti come di solito si fa in queste occasioni. 

Infatti Sean Ross Sapp di Fightful aveva twittato: “Charlotte che fa le interviste questa settimana dovrebbe essere interessante”, salvo poi rispondere al suo stesso tweet con “E loro l’hanno tirata fuori [dalle interviste con i media ndr]”.

Che dire? Magari la compagnia dei McMahon ha paura che Charlotte non riesca a gestire la situazione in maniera corretta nonostante ormai sia una grande professionista affermata, anche se di persona è più difficile inviare una gif per scherzare un po’, ma si può comunque fare una battuta per zittire tutti.