Nel giorno del coming out, anche un arbitro WWE fa il suo annuncio personale



by   |  LETTURE 933

Nel giorno del coming out, anche un arbitro WWE fa il suo annuncio personale

Durante la giornata di ieri, la comunità LGBTQ+ ha festeggiato la giornata del Coming Out Day, ovvero la giornata in cui si festeggia la liberazione da un peso non indifferente, con tutti i componenti della comunità che hanno ricordato al mondo intero quando ognuno di essi ha rivelato al mondo intero il proprio orientamento.

Tra i tanti che hanno voluto parlare su questo argomento, sempre delicato, ma sempre più importante per eliminare qualsiasi tipo di discriminazione e di estromissione dalla società, è arrivato anche un arbitro WWE, che ha voluto fare il suo coming out ufficiale, davanti a fan, amici e conoscenti, tramite i suoi social.

Parliamo di Shawn Bennett, arbitro WWE da diversi anni, che in molti non sapevano fosse gay.

Shawn Bennett fa coming out nel giorno dedicato

Con un lungo messaggio dedicato su Instagram, l'officer della WWE, ha voluto rivelare di essere gay, con tutta la naturalezza del caso, dicendo:


"Buona Giornata del Coming Out!


Oh si, io sono gay. Questa è la risposta alla domanda che più mi è stata fatta sui social media. Questo potrebbe essere una sorpresa per chi mi conosce, ma non l'ho mai detto pubblicamente prima.
Per mettere la mia vita in prospettiva, ho iniziato a fare arbitraggio a 14 anni.

Ho fatto del mio meglio per cercare di sopprimere tutti i pensieri omosessuali prima e dopo per un lungo tempo. Una volta sono anche uscito con una donna per un po', ho cercato di vivere la mia vita in quel modo. Non ho raggiunto la mia massima realizzazione fino ai 20 anni.

E' stato lì che ho capito quale sarebbe stata la vita che mi rendeva felice. Può sembrare come un clichè, ma mi sento nato da quel giorno.
Ho fatto coming out con amici e famiglia alla fine dei miei 20 anni.

E' stato lì che ho smesso di nascondermi, ma non sono mai uscito allo scoperto del tutto. Le persone che lo sapevano, lo sapevano. Le persone chiedevano ed io sarei stato vero nel rispondere. Ci sono ancora persone importanti nella mia vita a cui non avevo detto assolutamente nulla.
Ho speso i miei primi 10 anni coinvolto nel pro-wrestling essendo terrorizzato dalla mia sessualità.

Ero convinto che non avrei mai avuto successo se le persone avessero saputo che io ero gay. Quelle erano paure che mi facevo nella mia testa.
Una volta arrivato in WWE, ho continuato a tenermi tutto per me, più possibile.

Quando parlavo delle mie relazioni con delle persone che non erano del mio circolo ristretto di amicizie, parlavo sempre in modo da nascondere il genere della persona di cui parlavo. Molte volte dicevo anche di essere single, quando non volevo parlare dei miei partner passati.
Ho vissuto il mio sogno diverse volte da allora e mi sento più forte mostrando agli altri me stesso, sempre di più.

Il fatto di non averlo reso pubblico, non ha fatto altro che farmi nascondere dietro una maschera. Questo post mi ha levato un sacco di peso dalle spalle. Questo post ha abbattuto il muro che era stato alzato da tempo e ha rimosso la mia maschera.
Sono orgoglioso di chi sono, di quello che ho raggiunto, di dove sia arrivata la mia vita, ed il mio modo di vivere.

Come tutti gli altri, alla fine dei giochi voglio solo essere felice, dare e ricevere amore, sia a me stesso che agli altri.
La rappresentazione è importante.
Affrontate sempre le vostre paure.
Abbracciate sempre i vostri sogni.
Al di sopra di tutto, siate sempre voi stessi.
Ne vale la pena
" .