Anche CM Punk reagisce ai licenziamenti pesanti della WWE



by   |  LETTURE 3088

Anche CM Punk reagisce ai licenziamenti pesanti della WWE

Nel pomeriggio di ieri, la WWE è andata come un fulmine a ciel sereno a rilasciare alcuni dei suoi lottatori, con nomi importantissimi come quelli di Braun Strowman, Alister Black, Lana e diversi altri atleti, che sono così stati aggiunti alla lunghissima lista di rlasci del 2021, che se continua così potrebbe addirittura superare la lunga lista di licenziamenti arrivata ad Aprile dello scorso anno, quando a venire allontanati dalla compagnia dei McMahon furono in più di 100, tra atleti, road agent, arbitri e addetti ai lavori vari.

Già subito dopo i rilasci, gli stessi wrestler hanno voluto ringraziare e commentare a caldo sui propri canali social i propri rilasci, con Aleister Black e Braun Strowman che sono stati i primi a dare voce alla cosa, commentando brevemente il licenziamento arrivato dal nulla.

Lo stesso Black, che nel mentre è tornato ad essere immediatamente Tommy End sul suo account Twitter, ha anche voluto parlare a lungo sul canale Twitch della moglie, Zelina Vega, proprio pochissimi minuti dopo aver ricevuto la fatidica chiamata da Stamford, con la dirigenza della WWE che si è nascosta ancora una volta dietro a dei tagli di budget come causa del licenziamento.

CM Punk sottolinea la difficile situazione del managment della WWE

Subito dopo aver sentito di rilasci da parte della WWE, anche l'ex campione mondiale CM Punk, ha voluto dire la sua, rispondendo ad un noto writer di film horror e non solo, John Squires, tramite il suo account Twitter, con il Second City Savior che ha così voluto spiegare la situazione attuale della WWE, dicendo:

"E' come un film con un cast ed un budget da film campione di incassi, ma scritto da dei cretini creativamente in bancarotta appositamente per un pubblico di una persona, in un linguaggio che nessuno capisce più, è...

spazzatura. Ma le persone lo vedono perché a loro piacciono i film" . Con una metafora molto parrticolare, come sempre, anche CM Punk ha voluto sottolineare come la WWE semrbi essere un po' allo sbando ultimamente, con delle scelte creative e di gestione veramente discutibili, che nè i fan nè gli addetti ai lavori sembrano ancora riuscire a decifrare del tutto.