Aleister Black licenziato dalla WWE: la sua reazione social parla chiaro



by   |  LETTURE 5285

Aleister Black licenziato dalla WWE: la sua reazione social parla chiaro

Non poteva non generare immediate conseguenze l'improvviso e per certi versi sconcertante annuncio dei nuovi licenziamenti operati dalla WWE, visto che due di essi in particolare riguardano stelle assolute del main roster di Stamford. Se però Adam Scherr (come dovremo riabituarci a chiamare Braun Strowman) nelle immediate ore dopo il suo inatteso rilascio ha deciso di non intervenire sui suoi canali ufficiali, chi si è mosso con grande tempismo è stato Aleister Black.

Il talentuoso lottatore olandese ha infatti deciso di cambiare quasi immediatamente il suo nome su Twitter, tornando a quel Tommy End che caratterizzò le sue tante apparizioni sul ring prima dell'ingaggio da parte della WWE (lo stesso non è invece ancora successo per il suo tag, che ancora risulta essere @WWEAleister.

"Sto raccogliendo le idee, perché questo era un campo completamente vuoto per me - ha spiegato l'atleta olandese sul suo account ufficiale -, dato che ovviamente avevamo appena iniziato il personaggio del Dark Father. Ma è andata così. grazie mille al WWE Universe per avermi permesso di creare e offrirvi piccoli pezzi di me stesso":
 

Aleister Black e il precedente post in piena gimmick

Risale a poco più di una settimana un altro post, stavolta pubblicato su Instagram, in cui Aleister Black aveva invece portato avanti proprio quella storyline con Big E appena nata in quel di SmackDown e oggi così brutalmente interrotta. "It's a New Day, yes it is!", aveva affermato (prendendo palesemente in giro la frase più famosa del trio che ha contribuito all'esplosione dello stesso Big E).

L'ateta oscuro di Smackdown aveva insomma voluto lanciare l'ennesima frecciatina al suo più recente avversario, Big E, con il quale sembrava ormai aver aperto un feud veramente sentito e verso cui tante speranze avevano riversato i fan. Ma nel frattempo quel "È un nuovo giorno, sì che lo è" assume un significato decisamente più diverso. E notevolmente più amaro.