WWE, anche un'altra rilasciata dello scorso anno conferma il racconto di Mickie James



by   |  LETTURE 2430

WWE, anche un'altra rilasciata dello scorso anno conferma il racconto di Mickie James

Nelle ultime ore è uscito un nuovo scandalo negli ambienti WWE, venutosi a creare per la foto postata da Mickie James nelle scorse ore sul suo profilo Twitter, con la quale l'ex campionessa dei ring della compagnia ha voluto far presente a tutti, il comportamento di qualche dirigente della federazione, che ha avuto il coraggio di spedirle a casa i suoi effetti personali rimasti fermi al ThunderDome della federazione in quel di Tampa subito dopo il rilascio arrivato il 15 di Aprile come un fulmine a ciel sereno.

Gli effetti personali della James, infatti, sono stati spediti in una busta nera dell'immondizia, con diversi membri del main roster della WWE, nonchè diversi membri del WWE Universe, i quali hanno voluto esprimere immediatamente la propria vicinanza alla lottatrice, scagliandosi contro la dirigenza della federazione di Stamford.

Anche Maria Kanellis rivela il suo trattamento post-rilascio dello scorso anno

A quanto pare, il trattamento riservato alla James non sarebbe stato un semplice scherzo o un semplice sbaglio da parte di qualche addetto ai lavori, ma una vera e propria prassi, che qualcuno utilizza da anni dopo i rilasci della federazione.

A confermare queste parole, ci ha pensato infatti l'ex lottatrice e manager dei McMahon, Maria Kanellis, che ricorderete essere stato uno di quei nomi rilasciati nel corso dello scorso anno, quando a venire licenziati furono centinaia tra atleti, arbitri, road agent e addetti degli uffici di Stamford.

Anche la bellissima moglie di Mike Bennett, conosciuto sui ring WWE come Mike Kanellis, ha ricevuto lo stesso identico trattamento della collega Mickie, con tanto di tweet, il quale testimonia la cosa, postato sul proprio account Twitter.


"Lo scorso anno ne ho ricevuta una anche io" . A quanto pare, la WWE utilizzerebbe tale metodo un po' per tutti i suoi talenti rilasciati, denotando una mancanza di rispetto e di professionalità che da parte di un'azienda così e importante e così attenta non ci si aspetterebbe mai.

Chissà se arriveranno delle prese di posizione e dei provvedimenti da parte della dirigenza dei McMahon adesso?