Ex campione della WWE critica pesantemente Paul Heyman: "Era un pezzo di me**a"



by   |  LETTURE 4158

Ex campione della WWE critica pesantemente Paul Heyman: "Era un pezzo di me**a"

Uno dei manager e dei personaggi del backstage della WWE che hanno costruito la propria carriera sull'arte oratoria del costruire promo e dell'improvvisare sia sul ring che ai microfoni delle varie trasmissioni secondarie della compagnia, è indubbiamente l'attuale manager del campione Universale di Smackdown, Paul Heyman.

Il Mad Genius, soprannome attribuito ad Heyman già nel suo passato in ECW, è infatti riuscito a rimanere sulla cresta dell'onda per quasi 30 anni, prima gestendo in solitaria la federazione estrema che dava del filo da torcere anche alla WWF e poi come manager e General Manager on-screen sui teleschermi di Friday Night Smackdown e Monday Night Raw.

Diversi sono stati infatti i Paul Heyman Guy, atleti che venivano pushati dalla WWE proprio grazie alle particolari abilità di Heyman al microfoni, come ad esempio Brock Lesnar, Roman Reigns, Cesaro, Rob Van Dam e molti altri.

Ryback torna ad insultare Paul Heyman lontano dalla WWE

Uno degli ultimi Paul Heyman Guy che sembra non aver apprezzato molto l'affiancamento con il Mad Genius, sembrerebbe essere stato proprio Ryback, ex campione Intercontinentale della compagnia di Stamford che per un breve periodo aveva visto proprio il panciuto manager fare le sue veci sul ring, nei segmenti parlati.
In uno dei suoi ultimi tweet rilasciati sul proprio profilo personale, inoltre, Ryback avrebbe rincarato la dose, insultando l'attuale portavoce del campione Universale di Smackdown, rispondendo così ad un fan che chiedeva il suo pensiero proprio su Heyman:


"Paul era un pezzo di me**a e lui lo sa.

Lo potrei distruggere con un microfono in mano libero e senza copione. Si è costruito una bella carriera aggrappandosi a diversi wrestler talentuosi" . Secondo Ryback, quindi, nonostante Paul Heyman sia un vero e proprio approfittatore, si sarebbe comunque riuscito a costruire una grande carriera solo grazie ai grandissimi atleti di cui è stato manager per anni, come già detto ad esempio Brock Lesnar e molti altri.

Ancora una volta, l'ex campione Intercontinentale della compagnia dei McMahon torna a sputare veleno sulla sua ex compagnia e su alcuni addetti ai lavori, che evidentemente non gli sono rimasti molto simpatici.