Randy Orton ricorda Eddie Guerrero e l'importantissimo aiuto avuto da lui in WWE



by   |  LETTURE 3405

Randy Orton ricorda Eddie Guerrero e l'importantissimo aiuto avuto da lui in WWE

Solo due giorni fa, il compianto e leggendario wrestler della WWE entrato in maniera postuma nella Hall of Fame della compagnia dei McMahon, Eddie Guerrero, avrebbe compiuto 53 anni, con i suoi fan, i suoi familiari ed i suoi colleghi che non lo hanno mai dimenticato, per la facilità con cui il talento di origini messicane riusciva a farsi voler bene nonostante i difetti e le pecche mostrate in anni di attività e di carriera.

Tra i tanti auguri arrivati al ricordo della sua persona, con diversi wrestler e amici che si sono rivolti alle figlie e alla moglie storica di Eddie, Vickie, sono arrivati anche i ringraziamenti di una Superstar della WWE di prima fascia, ovvero Randy Orton.
Dopo aver passato con Guerrero alcuni momenti realmente storici, con Randy che era ancora un giovane wrestler con poca esperienza che muoveva i suoi primi passi sui ring della WWE, l'ormai leggendario Legend Killer è ormai diventato adesso un atleta di tutto rispetto sui ring dei McMahon, con lo stesso ex WWE Champion che ha voluto ringraziare per questa crescita anche il compianto Eddie.

Randy Orton ricorda gli inizi in WWE al fianco di Eddie Guerrero

Nel giorno del cinquatratreesimo anniversario della nascita del wrestler amato ancora da grandi e piccini, Randy Orton ha voluto esprimere le sue gratitudini nei confronti di Eddie Guerrero con questo lungo post messo sulla sua pagina ufficiale di Instagram:

"Ho conosciuto Eddie per un paio d'anni.

Ero così giovane e sapevo che non avrei dovuto avvicinarmi a lui, ma poi ho avuto l'inimmaginabile lavoro del wrestling nel main event in TV, quindi ho dovuto farlo. C'erano sempre una sorta di grandi ego o atteggiamenti o qualsiasi cosa ci fosse nel backstage, che non sono mai cambiati.

Ma quando incontrai Eddie mi scordai tutto quanto quello che in teoria sapevo in merito al mondo del wrestling. Qui c'era questo grande talento, che aveva così tante attenzioni per me in tutto il tempo che condividevamo.

Quando pensavo che con una semplice parola avrei potuto mandarlo in bestia, o farmi mandare a quel paese, realizzavo immediatamente che sarei potuto essere un uomo morto e lui semplicemente se ne fregava. Lui aveva visto un nuovo arrivato nel business che era eccitato di lavorare con lui e aveva perso del tempo per metterlo a suo agio.

Mi porto questa cosa con me anche al giorno d'oggi, la consapevolezza che i nuovi ragazzi non siano altro che quello che ero io allora. Lui mi ha fatto sentire il benvenuto. Mi ha fatto sentire importante. Mi mancherà per sempre e posso dire senza ombra di dubbio che è stato uno dei più grandi ad essersi mai allacciato gli stivali.

RIP #eddieguerrero" .

I knew eddie for a couple years. I was so young and knew that I shouldnt approach him but had the unimaginable job of wrestling in the main event on TV, so I had to.

There has always been attitudes egos or whatever backstage, that will never change. But when I met eddie I forgot everything that I was supposed to know about the wrestling business. Here was this top talent, that cared enough to give me the time of day.

When I thought that a simple word would bother him, or he would tell me to F off, I quickly realized that I was dead wrong and that he gaf. He saw a young newcomer to the biz who was excited to work with him and he took the time to make me feel comfortable.

I take that with me these days, the understanding that the new guys aren’t anything more then exactly how I USED to be. He made me feel welcome. He made me feel important. I will forever miss him, and can say without a doubt that he was one of the greatest to ever lace up a pair of boots.

RIP #eddieguerrero

Un post condiviso da Randy Orton (@randyorton) in data: