Matt Hardy: "Ecco perché la WWE si comporta come se i suoi ex non siano mai esistiti"



by   |  LETTURE 2746

Matt Hardy: "Ecco perché la WWE si comporta come se i suoi ex non siano mai esistiti"

Nel corso delle ultime settimane, si è molto parlato degli atteggiamenti del Chairman della WWE, Vince McMahon, il quale agisce quasi come se fosse il proprietario di tutti i suoi dipendenti, non essendo il loro "semplice" datore di lavoro, ma agendo quasi come se avesse una vera e propria proprietà o possesso su di essi.

Specialmente dopo l'emersione online della mail che Vince avrebbe mandato a tutti i suoi dipendenti, in particolar modo ai suoi wreslter, con il Chairman che ha di fatto proibito a tutti loro di utilizzare mezzi terzi per creare contenuti, live in streaming e fare pubblicità senza il consenso della WWE, specialmente su Twitch, c'è stato un gran chiacchierare online su quanto sia giusto o sbagliato agire come ha fatto Vince McMahon, con diversi addetti ai lavori della compagnia di Stamford che hanno detto la loro in merito a tali fatti.

Anche Matt Hardy dice la sua dopo le azioni della WWE

Uno dei tanti addetti ai lavori che adesso non si esibisce più sui ring della WWE, bensì su quelli della compagnia concorrente, la All Elite Wrestling, ma che ha comunque voluto dire la sua sulla faccenda che ha visto coinvolta la federazione di Stamford, (visto che lui ci ha passato svariati anni su quei ring, in stint diversi per diversi anni), è stato Matt Hardy, il quale poco prima di crollare in un bump pericolosissimo all'ultimo ppv AEW, All Out, ha così proferito sul suo account Twitter:

"Alla gente che segue i social media della WWE non è permesso menzionare talenti come Miro (Rusev ndr), perchè adesso loro esistono nell'intero universo del professional wrestling, al contrario della sola WWE.

E' semplicemente la loro politica. Io amo come la AEW riconosca tutto il pro wrestling, che sia in competizione o no... " . Nonostante la WWE non abbia utilizzato al meglio il più grande dei fratelli Hardy nel suo ultimo stint avuto con la compagnia, al fianco del fratello Jeff ma anche da solo, Matt ha comunque voluto spezzare una mezza lancia in favore della compagnia dei McMahon, non addossando colpe alla dirigenza, ma facendo semplicemente capire ai fan, che lì funziona così.