Rusev "seppellisce" i fan che chiedono alla WWE il rilascio di Lana



by   |  LETTURE 2232

Rusev "seppellisce" i fan che chiedono alla WWE il rilascio di Lana

Uno dei nomi più "caldi" ad essere stati rilasciati tra gli atleti del roster WWE nella giornata del 15 Aprile scorso, è stato l'ex campione degli Stati Uniti della compagnia dei McMahon, Rusev.

Dopo mesi di utilizzo come terzo incomodo nella nuova coppia formata sui ring di Monday Night Raw da Lana e Bobby Lashey (anch'essi adesso divorziati in storyline), Rusev è stato licenziato dalla WWE nel mezzo di una mossa finanziaria che riuscisse a ritirare su le casse della federazione di Stamford, in un periodo veramente duro dovuto alla pandemia mondiale del virus che ha messo in ginocchio l'intero mondo del pro-wrestling e non solo.
Molti fan, dopo il licenziamento del bulgaro della WWE, si sono lasciati andare a dei commenti veramente beceri e fuori luogo, sul fatto che i McMahon potessero licenziare Lana (moglie nella vita reale del bulgaro) e non Rusev stesso, con l'ex atleta dei ring della WWE che dopo diverse decine di commenti di questo tipo, alla fine ha sbottato.

Rusev insulta i fan che chiedono il rilascio della moglie Lana

Durante uno dei suoi ultimi commenti rilasciati sul suo profilo Twitter, infatti, Rusev (che adesso si chiama semplicemente Miro sui social), ha così risposto al fan che chiedeva il rilascio di Lana piuttosto che il suo alla WWE, dicendo:

"Hey sai che c'è, vai a fa**lo, amico.

Sperare che qualcuno venga licenziato fa capire a gran voce che persona di me**a sei. Risolvi le tue mer**tà, prima di parlare di altro" . Nulla da aggiungere sul pensiero di Rusev in merito ai fan del WWE Universe che vorrebbero vedere l'ennesimo licenziamento di una persona, che seppur non piaccia a tutti i fan della compagnia, è pur sempre una donna e un essere umano che sta svolgendo un lavoro, con alcuni telespettatori che molte volte non si rendono conto della gravità delle cose che dicono sui social, come se tutto ciò non avesse un peso anche nella vita reale dei diretti interessati.