CM Punk provoca la WWE, poi ci ripensa: la tensione tra le parti torna a salire?


by   |  LETTURE 3545
CM Punk provoca la WWE, poi ci ripensa: la tensione tra le parti torna a salire?

CM Punk è tornato a comparire con una discreta frequenza in un prodotto televisivo legato alla WWE, ma non di proprietà della WWE (bensì della Fox): stiamo ovviamente parlando di 'WWE Backstage', il contenitore di approfondimento in onda nel martedì notte americano.

Tutto questo non sembra però aver risolto tutti i problemi che lo Straight Edge di Chicago ha con la compagnia che lo ha reso campione del mondo e addirittura Triple Crown Champion. Né ha ridotto in qualche modo il suo insopprimibile desiderio di provocare.

E così per confermare la presenza nella puntata di martedì prossimo, CM Punk ne ha fatta una delle sue: su Twitter è infatti tornato su un tema sempre di moda, quello del suo nome citato il meno possibile durante gli show della WWE per una sorta di "damnatio memoriae" che da sempre coinvolge quei lottatori che per un motivo o per l'altro hanno lasciato la federazione per lanciarsi in progetti non graditi ai piani alti di Stamford.

"Ci sarò, anche se a quei poveracci degli annunciatori non è permesso pronunciare il mio nome. Ci vediamo martedì prossimo", ha infatti scritto l'atleta di Chicago in un post al veleno sul noto social network.

Un post che ha per qualche motivo successivamente cancellato, ma di cui come potete vedere è comunque rimasta traccia:


E ora come si evolverà la situazione? La proverbiale impertinenza di CM Punk gli provocherà dei problemi nella collaborazione (sia pure a distanza) con la WWE o tutto sommato a Stamford sono fin troppo abituati alle sue intemperanze (oltre al fatto che dovrebbe essere la Fox, nel caso, a prendere provvedimenti)? Staremo a vedere, certo è che la presenza di CM Punk a 'WWE Backstage', martedì prossimo, si preannuncia già scoppiettante...