Roman Reigns scopre la battaglia di Mihajlovic con la leucemia: "Sii forte"


by   |  LETTURE 2432
Roman Reigns scopre la battaglia di Mihajlovic con la leucemia: "Sii forte"

Le immagini di Sinisa Mihajlovic, che domenica sera si è voluto presentare allo stadio Bentegodi di Verona per allenare il suo Bologna nonostante abbia iniziato da appena 40 giorni i trattamenti per curarsi dalla leucemia, hanno fatto il giro del mondo.

Tanto da arrivare anche sulle pagine di 'The Sun' e da qui a Roman Reigns, atleta e soprattutto uomo che dalla vicenda è rimasto per forza di cose molto colpito, dato che conosce benissimo, e sulla propria pelle, cosa comporti condurre una battaglia contro la leucemia.

"Chemio Hero" e "Brave" sono state le parole scelte dal 'Sun' per raccontare la giornata di un Mihajlovic presentatosi allo stadio con mascherina protettiva e con tutti i segni del brutto male.

E Roman Reigns, rimasto lontano dal ring per quattro mesi dopo che gli fu diagnosticata appunto la leucemia, ha voluto presentare a tutti i suoi followers la storia di Mihajlovic accompagnandola con queste parole: "Tenere fermo quest'uomo è impossibile!

Storia incredibile del primo allenatore della squadra italiana del Bologna, Sinisa Mihajlovic, e della sua battaglia contro la leucemia! Sii forte mister e #Forza" E l'ex Universal Champion ha aggiunto a questo hashtag (in italiano) anche quel #BelieveInTheFight che ha sempre caratterizzato la sua lotta contro il male, fino al ritorno sul ring avvenuto a febbraio:


Come già riferito in passato, la battaglia di Roman Reigns non è finita.

Lo stesso samoano ha spiegato in maniera molto dettagliata di soffire di una forma di leucemia cronica (e quindi da cui non guarirà mai del tutto, ma dovrà essere sempre tenuto sotto controllo medico), ma per sua fortuna non troppo invasiva, tanto da permettergli di condurre una vita prudente ma quasi normale: la CML (chronic myelogenous leukemia), ossia leucemia mieloide cronica.

Diverso il caso di Mihajlovic, che come ha reso noto lo stesso Bologna soffre invece di leucemia acuta prevalentemente mieloide. Ecco perché l'allenatore serbo è costretto a restare ricoverato in ospedale e soprattutto a sottoporsi alla chemioterapia, mentre Roman Reigns ha rivelato di aver avuto la possibilità e la fortuna di evitarla.

Grazie ai progressi della moderna medicina (verso cui Roman si è definito "profondamente grato"), al momento è infatti curato tramite una pillola, chiamata per comodità chemio orale, che però non è lontanamente paragonabile alla violenza con cui agisce sul corpo umano la normale chemio.

Il Mastino, che aveva raccontato tutti questi dettagli nel corso di un'intervista per la trasmissione del WWE Network 'WWE Chronicle', ha quindi spiegato che alcuni effetti collaterali esistono (ad esempio l'artrite), ma il processo di guarigione gli permette di vivere una vita per molti aspetti uguale a quella di prima.