Mansoor, e ora? Ecco che fine farà dopo la vittoria a Super ShowDown


by   |  LETTURE 3813
Mansoor, e ora? Ecco che fine farà dopo la vittoria a Super ShowDown

La più grande sorpresa e rivelazione di Super ShowDown è stato senza ombra di dubbio lui: stiamo parlando di Mansoor, il semi-sconosciuto atleta di NXT in grado di prevalere nella storica Battle Royal a 50 uomini (notizia peraltro già trapelata qualche ora prima dello show), ottenendo l'ovazione più rumorosa da parte del pubblico dell'Arabia Saudita.

Ovviamente proprio questa ovazione rappresenta il reale motivo per cui la WWE ha deciso di concedere proprio a lui l'onore di vincere il match in questione, sia per regalargli un bagno di folla ma soprattutto per regalare un momento di autentica gioia a un pubblico che solo adesso, progressivamente, si sta abituando allo spettacolo del wrestling professionistico.

Ma questo Mansoor, esattamente, chi è? Nato a Riyadh 23 anni fa, Mansoor Al-Shehail è quindi effettivamente un lottatore proveniente dall'Arabia Saudita. Ha però trascorso buona parte della sua infanzia e quindi della vita adulta in America, dato che la famiglia si trasferì in California quando lui era piccolissimo: questo lo rende bilingue, parla facilmente sia l'inglese che l'arabo, dettaglio che certamente lo aiuterà nella sua carriera futura.

Già noto come Manny Faberino, è stato allenato da Dory Funk jr e ha esordito su un ring nel 2005, quando aveva appena 20 anni. Per i fan più attenti della WWE non sarà certo una sorpresa scoprire che fu proprio lui uno degli otto fortunati a ottenere un periodo di prova per la WWE dopo i provini effettuati in occasione della Greatest Royal Rumble dell'anno scorso.

Ed è proprio da allora che è entrato a far parte della batteria di giovani promesse che si allenano al Performance Center che la WWE ha in Florida. Il suo exploit di Jeddah, però, non gli aprirà le porte del main roster: Mansoor ha infatti spiegato in un video diffuso sull'account ufficiale della WWE in lingua araba che adesso farà ritorno a NXT, dove intende lavorare sodo per completare il percorso che lo renderà una futura Superstar.

Lo ha fatto, anche in questo caso, in entrambe le lingue, come potete verificare in prima persona: