In che rapporti è CM Punk con la AEW? Risponde il presidente



by   |  LETTURE 3980

In che rapporti è CM Punk con la AEW? Risponde il presidente

AEW Double or Nothing è ormai agli archivi e i colpi di scena non sono mancati, a partire dall'esordio di Jon Moxley (che altri non è che Dean Ambrose, reduce dal fresco addio alla WWE). Chi invece non si è fatto vedere è stato ancora una volta CM Punk, che pure lo aveva chiaramente anticipato via social. Ma tutto ciò è destinato a restare così anche nel futuro? Una domanda a cui ha risposto la più autorevole voce possibile: il presidente della neonata All Elite Wrestling.

Si tratta di Tony Khan, ricchissimo imprenditore che al termine di Double or Nothing è stato intercettato dai microfoni di 'WrestlingINC' parlando proprio dello Straight Edge di Chicago, con cui i rapporti sembrano ottimi. Nonostante questo, però, Khan non ha voluto in alcun modo concentrarsi su di lui a poche ore da un evento tanto importante per la sua compagnia.

"Che cosa è una compagnia di wrestling basata su una sola persona?", si è domandato con un sorriso il facoltoso imprenditore, che poi ha confermato l'interesse per CM Punk, spiegando: "La nostra non è una realtà di questo tipo, anche se lui rientrava nel primo roster che avevo messo a punto appena ho iniziato a lavorare su questo progetto. Mi ero detto che stavo iniziando una federazione da zero, e quindi dovevo focalizzarmi su tutti i lottatori che avrei potuto ingaggiare. Tutti quelli che abbiamo fanno parte di quella lista, in cui però c'era anche il suo nome".

"Voglio essere onesto fino in fondo con voi - ha quindi aggiunto -. Ho ottenuto quasi tutti gli atleti di quella lista, che era molto nutrita. Ma lui no. Phil mi piace molto, è grandioso. Aggiungo che siamo in ottimi rapporti, davvero una splendida persona. Ma come avete visto, lui non era qui. E non penso che la storia dello show viva su questo, sarebbe un grosso insulto a ciò che abbiamo fatto tutti quanti rendere la sua assenza la storia dello show".

Ecco l'intervento di Tony Khan, che quindi in sintesi sembra sperare ancora di ottenere CM Punk in un prossimo futuro. Ma, come si suol dire in questi casi, "non è questo il giorno":