Cody Rhodes: "AEW non è stata creata per vanità"


by   |  LETTURE 2131
Cody Rhodes: "AEW non è stata creata per vanità"

Nel corso di una recente intervista ai microfoni di SEScoops, l’ex superstar WWE Cody Rhodes ha commentato il rapporto di Wrestling Observer secondo cui Tony Khan sarà il capo creativo di All Elite Wrestling, disponendo quindi di un ampio potere decisionale in sede di promozione e altro.

“Parlando del rapporto di Dave, devo ammettere che ha ottenuto abbastanza bene le sue informazioni, anche se è un po’ distorto per quanto riguarda i fatti. Il cervello di tutto siamo ancora io, Matt e Nick.

Tony ci sta insegnando – quel tipo di insegna qualcosa ogni giorno su come si concludano gli affari. Io scherzo continuando a dire: ‘Bene, ho intenzione di prenotare me stesso come il nuovo campione. Penso che tutti ne saranno molto contenti” – ha spiegato infatti Cody.

Il figlio del leggendario Dusty ha le idee molto chiare sul da farsi: “Ancora una volta, imparo dallo stesso successo e dagli stessi errori che mio padre ha commesso durante la promozione e la realizzazione esecutiva di Jim Crocket Promotions.

Non puoi compiacere tutti in questo settore, questa è la via più rapida per arrivare al fallimento. Voglio piacere a tutti coloro che amano il wrestling, così da raccontarlo ai loro amici e generare il passaparola della vecchia scuola che è questa industria del wrestling.

Ne siamo perfettamente consapevoli, questo prodotto non è stato creato per vanità. I migliori wrestler sono quelli che vedrete in cima”. L’AEW è già riuscita nell’impresa di firmare una superstar del calibro di Chris Jericho, il primo colpo di una lunghissima serie.