CM Punk chiude la porta al wrestling: "Non lotterò mai più"


by   |  LETTURE 1980
CM Punk chiude la porta al wrestling: "Non lotterò mai più"

CM Punk dice no a un ritorno al wrestling (a maggior ragione a quello targato WWE). Mentre una delle settimane più delicate della sua intera vita volge al termine, quella in cui ha vinto il processo contro il medico della WWE Chris Amann, lo Straight Edge è tornato a parlare e stavolta lo ha fatto in maniera molto diretta ed esplicita sull'eventualità di tornare all'interno di un ring.

Un'eventualità che, a questo punto, non esiste più. Il campione di Chicago è infatti intervenuto nel corso di una giornata dedicata alla stampa legata a UFC 225 (l'evento in cui disputerà il suo secondo incontro ufficiale di arti marziali miste).

Ebbene, ai microfoni di Aaron Bronsteter, importante figura dell'emittente canadese 'The Sports Network', CM Punk ha sbattuto rabbiosamente la porta a quel mondo del wrestling che sembrava aver parzialmente riaperto negli ultimi giorni.

"Ieri ho detto una marea di cose a proposito del wrestling e di come in tutto questo tempo io non abbia mai ricevuto una reale offerta. Ma questo non significa che io voglia tornare a fare wrestling. Ho chiuso, chiuso, chiuso con quel mondo", ha dichiarato lo Straight Edge, ripetendo per tre volte il concetto che la stragrande maggioranza dei suoi fan non vuole proprio accettare.

Il riferimento è stato a un'intervista rilasciata una manciata di ore prima ad Ariel Helwani di 'MMAFighting.com', intervista al termine della quale Punk aveva sì affermato di non aver ricevuto offerte degne di tal nome sin dal 2015, ma aveva anche confessato di non essere in grado di dire se il suo "no" a un ritorno al wrestling potesse davvero essere definitivo.

"Questa settimana sono successe tantissime cose, una settimana fa avrei detto no e basta. Ora voglio essere onesto e dire che sono fuori da un tunnel con un futuro davanti a me tutto da scrivere. Qualcosa potrebbe sempre succedere, qualcosa di bello e divertente.

Ma ora voglio solo pensare al mio combattimento di sabato", aveva dichiarato uno stanchissimo CM Punk, al termine di un'intervista di ben 22 minuti. "Tantissime persone saranno arrabbiate con me per questa decisione - ha invece aggiunto l'atleta di Chicago a Bronsteter, parlando della sua netta chiusura al wrestling -.

Altri mi prendono in giro perché ho perso il mio match di debutto in UFC. A me sta bene così, ognuno ha diritto alle proprie opinioni, ma nessuno può controllarmi. Io faccio quello che mi sento e ora il wrestling rappresenta il mio passato.

Sono cinque anni che provo a mettermelo alle spalle e c'è qualcuno che non mi permette di farlo. Mi sento come se volessero vivere la mia vita al posto mio" In questo video potrete riascoltare le parole di CM Punk sull'argomento con le vostre orecchie: