PROTAGONISTI

Il fratello di Dolph Ziggler giudicato colpevole di omicidio

-  Letture: 823
by Marco Enzo Venturini

Il caso risale ad aprile 2016. La sentenza definitiva per David Nemeth, che rischia l'ergastolo, è attesa per il 28 agosto.

Dolph Ziggler trema, e con lui tutta la sua famiglia: il fratello David Nemeth è stato giudicato colpevole di omicidio e ora attende la sentenza, che potrebbe anche costringerlo al carcere a vita. David, fratello minore di Nick Nemeth (conosciuto in WWE appunto come Dolph Ziggler), ha trent'anni e nell'aprile del 2016 era stato accusato di aver causato la morte di un veterano della Marina Militare americana, Joshua Mascol, in seguito ad una rapina per droga andata nel peggiore dei modi.

Fu accusato di omicidio aggravato, ora invece è stato giudicato colpevole di omicidio involontario, rapina aggravata e sequestro di persona.

A riportarlo è stato il sito 'Cleveland.com'. Proprio la città dell'Ohio, da cui proviene anche l'ex campione intercontinentale, è stata il teatro del delitto, per cui è stato incriminato anche il 52enne Jack King, complice di Nemeth.

Il fatto è avvenuto alla University Hotel and Suites di Euclid Avenue, a Cleveland. Nemeth da allora ha vissuto agli arresti domiciliari con un monitor alla caviglia. Ora è arrivata la sentenza di colpevolezza e il 28 agosto sarà decisa la pena per i due uomini, in un processo condotto dal Giudice Shannon Gallagher alla Corte della Contea di Cuyahoga.

I procuratori del tribunale hanno fatto espressamente richiesta all'avvocato di Nemeth di non menzionare nel corso dell'udienza il nome di Dolph Ziggler, per non arrecare un immotivato interesse intorno al processo e anche perché, come rilevato dall'Assistente Procuratore Zachary Humphrey, la loro parentela non ha alcuna rilevanza per il caso.

Come evidenziato anche dalle telecamere di sorveglianza del luogo, Mascol fu colpito per tre volte da colpi di proiettile dopo essere stato assalito da due uomini che sono stati identificati come Jack King e David Nemeth.

Immediatamente i due furono arrestati e quindi condotti in carcere. .

Powered by: World(129)