PROTAGONISTI

Finn Balor e la commozione cerebrale: il punto su come sta il lottatore

-  Letture: 2477
by Marco Enzo Venturini

La WWE non sta diramando comunicazioni ufficiali e sembra sposare la linea della cautela. Ecco cosa potrebbe succedere ora.

Finn Bàlor come sta, dopo i problemi avuti nel corso dell'ultima puntata di Raw?

In tanti se lo sono domandati, dato che la notizia della commozione cerebrale riportata dall'atleta irlandese circola da ore, ma mancano notizie ufficiali provenienti da lui o dalla WWE.

Intanto è opportuno fare il punto su ciò che è capitato all'ex WWE Universal Champion.

Riguardando le immagini relative alla puntata di Raw, è stato possibile individuare il colpo che Jinder Mahal gli ha inferto causandogli il problema. Eccolo:

Una gomitata durissima, che ha fatto stramazzare Bàlor al suolo.

Per il resto dell'incontro è stato possibile vedergli un livido sul capo. Per oltre 24 ore non se n'è saputo nulla, poi 'PWInsider' ha parlato appunto di commozione cerebrale. Un tipo di problema non raro per i lottatori di wrestling, che sono stati in grado di superarlo e tornare sul a buoni (Dolph Ziggler) o anche ottimi livelli (Randy Orton).

Ma è anche un problema che come sappiamo ha impedito a gente come Daniel Bryan di tornare in azione, seppur solo per cautela, dopo aver effettuato lunghe visite mediche.

Il silenzio della WWE sulla questione potrebbe indicare proprio una certa cautela sull'episodio.

La WWE comunica degli infortuni dei propri atleti in due soli distinti casi: quando ne è assolutamente certa oppure quando deve portare avanti una storyline. Lo dimostra il fatto che per un'intera settimana non si è saputo del problema di Kofi Kingston, che la WWE voleva appunto analizzare e poi comunicare in maniera precisa e senza equivoci.

Notizie non confermate parlano di uno stop di 2-4 settimane per lui.

Ma come detto è meglio aspettare comunicazioni ufficiali sull'argomento. Ciò che è certo è che dopo questo incidente Finn Bàlor entrerà nel programma di controllo previsto per gli atleti che hanno subito traumi cranici.

Dopo aver purtroppo dovuto fare i conti con diverse situazioni drammatiche e anche alcune tragiche nell'arco dei decenni (a partire dalla vicenda Chris Benoit), la WWE è diventata molto attenta ai possibili problemi che i suoi atleti possono avere al cranio.

Ecco perché chi subisce un infortunio in questa delicatissima parte del corpo entra in un programma di monitoraggio che prevede controlli costanti, che poi vengono confrontati con quelli presenti in archivio.

Proprio questo ImPACT test determinerà l'entità del problema di Finn Bàlor, che potrebbe essere già stato superato come richiedere ulteriori accertamenti.

Di conseguenza, anche se si parla di 2-4 settimane di stop (che potrebbero pregiudicare l'inizio della faida con Bray Wyatt), meglio restare cauti. Anche per rispetto di Finn Bàlor. E aspettare comunicazioni ufficiali da parte sua o della federazione.

.

Powered by: World(129)