Hornswoggle torna a parlare di WWE: "Sapevo che il mio licenziamento stava arrivando"



by ROBERTO TRENTA

Hornswoggle torna a parlare di WWE: "Sapevo che il mio licenziamento stava arrivando"
© WWE YouTube / Fair Use

Nel corso della lunga storia della WWE, si sono avvicendati sui ring dei McMahon i personaggi più disparati, dai giganti alti oltre due metri ai veri e propri nani, con Hornswoggle che è stato sicuramente l'atleta affetto da nanismo che ha fatto la carriera più brillante che un piccolo atleta come lui potesse fare.

A distanza di anni dal suo licenziamento dalla WWE, però, Hornswoggle è tornato a parlare del suo rilascio, con il ragazzo che ha parlato della difficoltà di rimanere senza un lavoro da un giorno all'altro, specialmente come padre single, cosa che era all'epoca. Nel suo ultimo intervento ai microfoni di PWMania, Hornswoggle ha infatti raccontato:

"Sì, voglio dire, sapevo che sarebbe arrivato (il licenziamento ndr). Semplicemente non sapevo quando. Sono stato off the road per almeno un anno e mezzo. Sapevo che stava arrivando. Sapevo che sarebbe potuto essere in qualsiasi momento. Ma tra il saperlo ed il vederlo arrivare, sono due cose molto diverse, ovviamente. Ed io avevo un figlio piccolo a quel tempo ed ero un papà single. Quindi ti vedi proprio il mondo cambiare in quel momento, ti cambia proprio la vita quello che ti succede. Passare dal lavoro dei tuoi sogni, dal fare grandi soldi al nulla, è un grande atto di realtà.
E vi dirò che come tutte le pause che ho avuto nella mia vita, ho fatto un grande respiro e sono andato avanti e adesso? Ma hey, quando sono stato assunto, mi dissero che sarebbe stato un accordo di soli sei mesi. Ed in qualche modo alla fine mancavano sole due settimane ai 10 anni, ma l'ho fatta funzionare. Sì, sono stato più che decente nel mio lavoro e sono rimasto nei radar per un bel po di tempo
".

La 3MB ed i membri iniziali che avrebbe dovuto avere

In una recente intervista nel Such Good Shoot podcast, l’ex superstar WWE Heath Slater ha parlato di com’è nata la 3MB e dei piani originali: “La storia con la 3MB è che stavo facendo la cosa della one-man band. Vince odia il mio accento. Voleva che andassi alle lezioni di dizione per cercare di cambiarlo. Gli ho detto ‘Vince, fratello, questo sono io’ e non ci ho nemmeno provato. Ho solo iniziato a parlare più lentamente”.

Poi parla di quanto Vince spingesse su diverse idee per una one-man band, ma un po’ particolare, accostandogli diversi generi musicali: “Ero li tipo ‘Posso essere solo una one-man band?’ È una cosa che copre tutto e lui mi ha detto ‘Si, mi piace.’ Quindi sono andato con quello”.

Dopo essere andato avanti per un po’ poi ha iniziato a dare qualche idea di nomi per avere altri membri nella band: “Ho scelto Ambrose, Fandango e EC3. Questo prima che qualcuno di loro fosse in TV. Fandango e EC3 erano nella stagione 3 di NXT mi pare. Quindi ho scelto quei tre”.

Alla fine Michael Hayes ha scelto di appoggiare la scelta, ma trovando lui dei membri per la 3MB: “Io ero tipo, 'Va bene, chi è nella band? ' Lui ’Jinder e Drew.' Io ero letteralmente ‘Cosa?’ E lui , 'Mcintyre e Mahal.' Allora gli ho detto, 'Che diavolo, suona come un orribile barzelletta con uno scozzese, un indiano e un bifolco che entrano in un bar”.