Bobby Lashley parla della frustrazione di non essere stato a WrestleMania 39

L'All Mighty della WWE parla della sua grande esclusione da WrestleMania lo scorso Aprile, raccontando anche della difficoltà di dire ai figli che non ci sarebbe stato

by Roberto Trenta
SHARE
Bobby Lashley parla della frustrazione di non essere stato a WrestleMania 39
© Twitter / Fair Use

Uno dei grandi protagonisti dei ring della WWE degli ultimi anni, è sicuramente Bobby Lashley, pluricampione mondiale della WWE, che per anni era stato a lavorare sui ring di diverse altre federazioni, come la TNA o la Bellator, compagnia di MMA in cui Lashley ha avuto anche grande successo nel suo stint da fighter di arti marziali miste.

Dopo essere tornato a lavorare per i McMahon, sembra che Lashley abbia avuto una seconda giovinezza, con il massiccio atleta di Friday Night SmackDown, che è entrato di diritto anche nel main event delle serate più importanti della WWE per anni. Nell'ultima edizione di WrestleMania, la numero 39, Lashley sarebbe però dovuto andare a combattere contro il compianto Bray Wyatt, con la malattia dell'atleta, che poi lo ha portato addirittura alla morte, che ne ha impedito il match nella serata più importante dell'anno per qualsiasi wrestler a questo mondo.
A quanto pare, l'assenza dalla card di Mania, sarebbe stata un duro colpo da mandare giù per l'All Mighty della WWE, con Bobby Lashley che ha voluto raccontare la cosa ai microfoni della sua ultima intervista, rivelando anche la difficoltà di dover raccontare ai suoi figli che non avrebbero potuto vederlo live nella notte dello Showcase of the Immortals.

Bobby Lashley e la mancata presenza a WrestleMania 39

Ai microfoni di After The Bell, Lashley ha infatti voluto raccontare:

"Il nostro business è veramente problematico a volte ed è veramente stressante, mentalmente. Perché tu vuoi sapere a che punto sei arrivato. E se tu parli dell'ultima volta che ho preso una pausa... la situazione coinvolge anche WrestleMania e la cosa mi ha colpito veramente duro. Ho fatto veramente tanto lavoro nel corso dell'anno. Sono riuscito ad arrivare ad un livello alto con la compagnia ed ho sempre mantenuto alto il livello. Mi sono fatto il c**o e mi sono sempre allenato. E tutti quanti lo sanno che sono io.
E quando è arrivato il grande momento, io non ho avuto posto a WrestleMania. Tu ci provi a tenere duro, ma non quando i tuoi figli ti chiamano e ti chiedono in che posizione della card sei. Ed io sono lì a Los Angeles pronto ad andare. Tutto il tempo ho pensato 'Chiamami Coach! Chiamami, chiamami. Sono pronto!'.
I miei figli, dopo il primo giorno, mi hanno chiamato. 'Papà ci sarai? Perché se ci sarai prendiamo l'aereo e veniamo a vederti' e cose del genere. Perché sono passati per tutto quello per cui sono passato io. Quindi è stato un viaggio mentale, prendersi una pausa, sedersi ed aspettare in un tempo così
".

Bobby Lashley Wrestlemania
SHARE