Booker T ne è certo: "La nostra Main Event Mafia era meglio della Bloodline"



by ROBERTO TRENTA

Booker T ne è certo: "La nostra Main Event Mafia era meglio della Bloodline"
© IMPACT Wrestling Youtube / Fair Use

Una delle stable attualmente più in voga della WWE, seppure abbia perso già alcuni pezzi molto importanti, rimane quella della Bloodline, formata da Roman Reigns, campione indiscusso WWE ed Universale, Jimmy Uso, Solo Sikoa e Paul Heyman. Fino a qualche mese fa, della Bloodline facevano parte anche Jey Uso e prima di lui anche Sami Zayn, salvo poi voltare le spalle al Tribal Chief, tradendolo in maniera sorprendente.

A quanto pare, la stable dei samoani sarebbe si molto importante, ma per qualcuno non importante come la propria stable del passato. Stiamo parlando di Booker T e della sua Main Event Mafia della TNA, stable che entrò in scena verso la seconda metà degli anni 2000 in TNA e della quale facevano parte lui, Sting, Kurt Angle, Kevin Nash, Samoa Joe e Christian Cage.
Nell'ultimo episodio del suo personale Hall of Fame Podcast, l'ex campione WCW ha infatti voluto affermare:

"La Main Event Mafia era una fazione migliore e di tanto. Ma penso che la Blooldine stia avendo una run migliore rispetto a quella di qualsiasi altra fazione abbia mai avuto, probabilmente la migliore di sempre. Ma vi dirò che la mia fazione era migliore perché aveva dei grandissimi personaggi e non eravamo una famiglia. Eravamo una vera fazione.
Sono d'accordo al 100% (sul fatto che la Bloodline abbia avuto una run migliore ndr), ma sento come se io non avessi mai avuto l'opportunità di esplorare quanto sarebbe stata grandiosa la Main Event Mafia se fossimo stati nelle situazioni giuste
".

Jey Uso e l'invasione a SmackDown costata una sonora multa

Dopo essere stato ufficializzato come nuovo General Manager di Friday Night SmackDown, Nick Aldis ha fermato Jey Uso nella penultima puntata di SmackDown, il quale era anche in compagnia di Adam Pearce, GM di Raw, con l'omologo di SmackDown che ha voluto multare di ben 10000 dollari il fratello di Jimmy per la sua invasione.
Oltre alla multa, Nick Aldis ha intimato a Jey Uso e poi di conseguenza anche ad Adam Pearce, di lasciare l'arena, facendoli scortare fuori dal palazzetto dalla security, facendo scatenare la reazione del suo omologo di Raw, il quale ha urlato "Che inizino i giochi", in chiaro riferimento alle Survivor Series, dove ci saranno anche quest'anno i War Games, per iniziare una faida tra Raw e SmackDown.

Staremo a vedere nelle prossime settimane come si evolverà anche questa storyline, in vista dell'ultimo Big Four dell'anno, dopo quanto successo anche a Raw, dove "l'imbucato" è stato lo stesso Aldis.

Booker T Bloodline