CM Punk, messaggio a tutti dopo l'addio alla AEW? "Per due mesi non ho molto da fare"

Tornato a farsi vedere in pubblico come commentatore per la Cage Fury Fighting Championships, lo Straight Edge ha forse dato indizi alla WWE e chiunque altro sulle clausole che deve rispettare.

by Marco Enzo Venturini
SHARE
CM Punk, messaggio a tutti dopo l'addio alla AEW? "Per due mesi non ho molto da fare"
© YouTube All Elite Wrestling / Fair Use

CM Punk ha recentemente fatto alcuni commenti interessanti su ciò che intende fare dopo aver lasciato la AEW. E, soprattutto, potrebbe aver dato a chiunque fosse intenzionato a scritturarlo (che sia la WWE o qualsiasi altra compagnia mondiale) indizi sulle possibili clausole a cui è vincolato nonostante il turbolento addio alla All Elite Wrestling dopo i fatti londinesi di All In.

Il 2 settembre scorso, la AEW guidata da Tony Khan ha annunciato di aver rescisso il contratto di CM Punk con un motivo specifico. Ciò è accaduto dopo che è stata condotta un'indagine su ciò che è accaduto dietro le quinte di AEW All In allo stadio di Wembley.

A distanza di due settimane quasi esatte, precisamente venerdì 15 settembre, CM Punk è tornato a farsi vedere in pubblico per la prima volta da quando ha lasciato la AEW. È tornato al suo lavoro come commentatore per i Cage Fury Fighting Championships durante la loro 125esima card.

Mentre CM Punk era in trasmissione, ha in un certo senso fatto riferimento al suo recente addio alla AEW. Il suo co-conduttore, John Morgan, ha lasciato intendere che potrebbero esserci alcune cose di cui parlare, e ha scherzato sul fatto che Punk sarebbe tornato alla CFFC "per giusta causa". A quel punto lo Straight Edge ha risposto con una domanda sarcastica: "Di cosa potremmo parlare?".

Più tardi nello show, Rob Haydak, che è il capo della CFFC, ha detto che CM Punk ha probabilmente un po' di tempo libero adesso. Il Second City Saint si è quindi detto d'accordo, e ha aggiunto che avrà un paio di mesi senza che succeda molto nella sua vita.
 

CM Punk e quei "due mesi": clausola con la AEW in corso?

Il fatto che CM Punk abbia menzionato questo periodo di due mesi ha portato alcuni addetti ai lavori a ipotizzare l’esistenza di una clausola nel suo contratto che gli impedisce di lottare altrove per due mesi dopo aver lasciato la AEW. È importante sapere che non c'è stata una conferma ufficiale sull'esistenza di tale regola, e i dettagli del contratto di CM Punk con la AEW sono ancora piuttosto oscuri.

I commenti di CM Punk hanno anche portato alcuni addetti ai lavori (anche molto autorevoli) a chiedersi se potrebbe tornare al wrestling professionistico, magari con un ritorno anticipatissimo in WWE da collocarsi addirittura alle Survivor Series 2023. Questo evento è fissato per il 25 novembre, ovvero poco più di due mesi dopo l'apparizione dell'atleta di Chicago alla CFFC.

È comunque fondamentale ricordare che queste sono al momento solo supposizioni, e non sapremo con certezza quali siano i piani della WWE, della sua proprietaria Endeavor o di CM Punk in persona finché non ci saranno annunci ufficiali o lo stesso atleta non dichiarerà cosa intenda ancora fare nel mondo del wrestling.

Cm Punk Edge
SHARE