"Bray Wyatt doveva battere Undertaker a WrestleMania", la sentenza di Kevin Nash

L'Hall of Famer ne ha parlato in maniera molto schietta durante il suo podcast

by Luca Carbonaro
SHARE
"Bray Wyatt doveva battere Undertaker a WrestleMania", la sentenza di Kevin Nash
© YouTube WWE/Fair Use

Non c'è alcun dubbio sul fatto che Windham Rotunda abbia lasciato un impatto indelebile nel mondo della WWE e non solo. Il suo estro creativo lo ha portato a creare il personaggio di Bray Wyatt, portanto in scena prima a NXT e poi nel main roster.

Un personaggio che nel corso degli anni ha avuto numerose evoluzioni e che spesso è stato paragonato, per via del suo carattere sovrannaturale, a The Undertaker. I due si sono scontrati per la prima volta in WWE a WrestleMania 31, nel 2015, e in quell'occasione a vincere fu il Deadman (ma la Streak era stata clamorosamente interrotta l'anno prima da Brock Lesnar).

Una scelta creativa che fece storcere il naso a molti e sui cui di recente è tornato anche Kevin Nash durante il suo podcast Kliq This: "Era su un piano completamente differente rispetto agli altri, doveva essere il suo momento.

Era una gimmick credibile, e lo ripeterò fino allo sfinimento, Wyatt doveva battere Undertaker. Ero a quell'evento e doveva esserci un passaggio di consegne. Penso che il suo push sia stato alterato da questa sconfitta.

A mio avviso la WWE ha cannato una grande opportunità".

L'ultimo faccia a faccia tra Wyatt e Undertaker

I due si sono ritrovati sullo stesso ring durante il 30° anniversario di Raw, prima della Royal Rumble di quest'anno.

Questa volta non da nemici, ma da alleati (con Taker addirittura in piena gimmick di American Badass). E si può dire che il vero passaggio di consegne sia arrivato proprio durante questa occasione speciale, dove Taker ha sussurrato un qualcosa di speciale all'orecchio di Bray.

“Gli ho solo fatto sapere che il mio telefono è sempre acceso per lui, se avesse bisogno di parlarmi. Questo per qualsiasi cosa, anche se vuole una mano di qualunque tipo. Sarei contento di condividere le mie esperienze con lui e si spera poter far luce su possibili domande per il futuro.

È stato un bel momento, comunque, e ha fatto esattamente quello che pensavo facesse", aveva dichiarato Taker. Purtroppo Windham è venuto a mancare il 24 agosto a soli 36 anni per complicazioni cardiache, ma non sarà mai dimenticato dai fan e dagli addetti ai lavori.

Undertaker Wrestlemania
SHARE