Kurt Angle: "Facevo finta di dormire per non ascoltare Undertaker"

A distanza di anni dai loro voli insieme con la WWE, l'Hall of Famer ha voluto raccontare dell'intelligente stratagemma che utilizzava per non sentire le lunghe chiacchierate del collega

by Roberto Trenta
SHARE
Kurt Angle: "Facevo finta di dormire per non ascoltare Undertaker"

Due dei personaggi che hanno sicuramente cambiato la storia della WWE degli ultimi 20-30 anni, rispondono ai nomi di The Undertaker e Kurt Angle, i quali a modo loro, hanno scritto pagine memorabili della storia della WWE ed in generale del mondo del pro-wrestling.

Se il primo non ha mai tradito la WWE dal suo arrivo nel 1990, rimanendo fino all'ultimo match sui ring dei McMahon, il secondo invece ha girato un po' il mondo, prima di tornare alla corte dei McMahon a Stamford, dove si è però ritirato definitivamente dopo anni.

Tra i due, c'è stato anche un bellissimo feud nel 2006, che doveva portarli anche a WresteMania, mentre invece si è concluso in un bellissimo match a No Way Out, che i fan WWE ancora oggi ricordano. Nell'ultima puntata del suo Kurt Angle Show, però, l'eroe olimpico di Atlanta '96, ha voluto parlare anche di Undertaker al di fuori del ring, definendolo una bellissima persona ed un grandissimo essere umano, ma anche un po' troppo logorroico.

Nel suo intervento, infatti, Angle ha raccontato lo stratagemma che usava per non farlo parlare troppo durante i loro voli aerei, dicendo:

"Dicono che non ha una personalità. Sentite, quel tipo raccontava battute tutto il giorno, anche la notte.

Voglio dire, quel tipo ha un'incredibile personalità. L'unica volta in cui l'ha lasciato vedere è stato nella WWE Hall of Fame. Lui è veramente un ragazzo divertentissimo. Sull'aereo, lui parlava spesso con me e alcune volte dovevo fare finta di dormire.

Perché cominciava a parlare veramente tanto! (risate)".

The Undertaker ed il nuovo ruolo per la WWE

Parlando con Ariel Helwani ai microfoni di BT Sport, Undertaker aveva svelato qualche giorno fa come sia dura per lui non lottare più e infine ha aggiunto anche come sia stato contattato dalla WWE per un ruolo dietro le quinte: “Mi hanno chiesto di aiutare i nuovi talenti a emergere.

Dovrei cercare di prendere ciò che di buono ho fatto nella mia carriera e trasmetterlo ai giovani lottatori della nuova generazione. Per me è dura stare lontano dai ring. Sto soffrendo il fatto di non poter più lottare.

L'ultima sera quando ero sul ring mi sono sentito subito bene". Quando gli è stato chiesto se avrebbe mai preso in considerazione l'idea di tornare a disputare un match di wrestling, l'Hall of Famer WWE ha chiarito: “Non ho alcuna intenzione di tornare a lottare.

Mi piacerebbe poterlo fare. Nella mia mente e nel mio cuore, non c'è niente che preferirei così tanto ma non è possibile. Non posso dare più ai fan ciò che si aspettano e desiderano. Non posso vivere di rendita per i miei tanti anni ad alti livelli, la mia eredità significa tanto per me.

Se fossi in televisione, toglierei solo tempo a qualcuno che tra qualche anno potrebbe essere più rilevante di me".

Kurt Angle Undertaker Hall Of Fame
SHARE