Arrestato Cuartero: il luchador della AAA è stato accusato di tentato femminicidio

Dopo la notizia uscita sulla denuncia a suo carico, la polizia ha messo le manette al luchador della AAA che ora rischia grosso

by Rachele Gagliardi
SHARE
Arrestato Cuartero: il luchador della AAA è stato accusato di tentato femminicidio

Domenica 5 marzo 2023, Facebook User e editorialista "El Planchitas" ha pubblicato una storia sulla rivista messicana "Pasala" dove ci ha raccontato che la wrestler della CMLL Stephanie Vaquer ha presentato una denuncia di violenza di genere contro il luchador della AAA e parte degli AAA Trios Champions, Cuartero.

In tutta risposta, la stessa AAA ha rilasciato un comunicato stampa sulla situazione in modo da tutelarsi in ogni modo possibile, rendendolo pubblico sui propri social media e scrivendo: “Da parte della AAA, sosteniamo il rispetto e l'uguaglianza di tutte le donne, quindi rifiutiamo tutte le espressioni di violenza di genere. Questo è il motivo per cui siamo costernati dalla grave denuncia che è stata fatta contro il lottatore Cuartero. 

Saremo molto attenti alle risoluzioni emesse dalle autorità; sempre rispettosi di tutte le procedure dettate dalla legge del nostro paese. Continueremo a lavorare con tutti i nostri sforzi per lottare per l'uguaglianza di tutte le donne e per dare visibilità alla prevenzione della violenza di genere a tutti i livelli.”

Arriva l’arresto del luchador

In un nuovo aggiornamento che è stato fornito dall’account Twitter del giornalista Antonio Nieto, veniamo a sapere che attualmente Cuartero è stato arrestato l’11 marzo 2023 per aver cercato di mettere in atto un femminicidio, ovvero quando viene praticato un omicidio nei confronti di una donna, da un uomo, per il solo fatto di essere una donna, quindi si basa su una violenza di genere, come indicato anche sulla denuncia a suo carico.

Infatti, Cuartero aveva un mandato per il suo arresto. Questo segue una "denuncia di violenza di genere" da parte della lottatore CMLL Stephanie Vaquer, come detto anche poco qui sopra, fatto confermato dall’articolo riportato.

In supporto alla wrestler era arrivato anche un comunicato stampa della CMLL: “In CMLL, ci uniamo alla solidarietà, al sostegno e rispetto che è stato dimostrato a Stephanie Vaquer dai fan e dai media. Condanniamo energicamente ogni forma di violenza contro le donne e ribadiamo il nostro impegno a promuovere una vita libera dalla violenza e dalle molestie nel nostro personale e nei partecipanti nelle nostre arene. Chiediamo ai fan e ai media il loro sostegno e rispetto per Stephanie Vaquer in questi momenti difficili, così come di essere prudenti e rispettosi fino a quando non farà le dichiarazioni pubbliche appropriate.”

SHARE