Ric Flair: "Ricorderò sempre la telefonata di Eric Bischoff alla morte di mio figlio"

Dopo aver sottolineato i lati negativi, il Nature Boy elogia anche l'ex manager WWE

by Roberto Trenta
SHARE
Ric Flair: "Ricorderò sempre la telefonata di Eric Bischoff alla morte di mio figlio"

Ric Flair è un’icona dell'intero mondo del pro-wrestling, nonché uno dei personaggi più influenti nella storia di questo business. Il Nature Boy ha contribuito in prima persona alla diffusione del wrestling in giro per il mondo, oltre ad aver fatto innamorare milioni di fan durante la sua lunga e gloriosa carriera.

Nel 2012, il fuoriclasse di Memphis è diventato il primo wrestler nella storia ad essere inserito per due volte nella WWE Hall of Fame, sia individualmente che come membro dei Four Horsemen della WCW. Lo scorso luglio, il 16 volte campione del mondo è tornato sul ring lasciando senza parole sia i fan che gli addetti ai lavori, all'età di oltre 70 anni suonati.

Ric ha unito le forze con suo genero Andrade, per affrontare Jey Lethal e Jeff Jarrett a Nashville. Nonostante qualche momento di apprensione, Flair è riuscito a portare a termine l’incontro e a guadagnarsi la standing ovation del pubblico, dopo aver ammesso di essere svenuto anche due volte durante la contesa.

Ric Flair torna a parlare di Eric Bischoff nel loro rapporto d'amore e odio

Negli ultimi anni, Ric Flair si è lasciato andare parecchie volte ad alcuni commenti parecchio stizziti e velenosi all'indirizzo di Eric Bischoff, ex dirigente della WCW proprio quando Ric Flair ne era uno dei main eventer.

Nell'ultimo intervento nel suo To Be The Man, Ric ha voluto sia parlare male di Bischoff, che elogiarne alcuni gesti avvenuti nei suoi confronti, compresa la telefonata ricevuta dopo la morte del figlio. In merito a questo discorso, Flair ha infatti affermato:

"Non cambio comunque opinione.

E' un arrogante ca**ne. Ha dovuto per forza attirare la mia attenzione per scegliere le regole.
Ricordo però anche che mi chiamò alla morte di mio figlio - cosa che hanno fatto solo un paio di persone e di cui ricordo ancora i nomi - e...

anche quando Charles Robinson ed io lottammo contro Savage e Madusa. Randy saltò dalle corde e ruppe le costole a Charles. Arrivò quasi ad ucciderlo (uno dei suoi polmoni collassò). A Randy non fregava un ca**o. Eric lo multò di 25000 dollari, ed io gli fui veramente grato per quello".

Ric Flair Eric Bischoff
SHARE