Sasha Banks nostalgica: "Mi manca vivere li"

L'ex The Boss, durante una live Instagram, ha espresso nostalgia per non essere tornata più in Messico.

by Gabriele Marsella
SHARE
Sasha Banks nostalgica: "Mi manca vivere li"

L’ultima apparizione sul ring da parte di Sasha Banks risulta a Maggio, quando lei, insieme alla sua compagna Tag Team Naomi, da campionessa di coppia in carica, lasciarono la WWE per alcuni diverbi con la dirigenza della federazione stessa.
Ora però molti fan sognano in grande visto che l’ex Boss è stata avvistata a Novembre mentre si allenava con altre superstar del wrestling, come Juventud Guerrera, Samuray Del Sol.

"Mi manca il Messico"

Durante un’Instagram Live per Family Giving Tree, in compagnia di Bayley, Sasha Banks ha parlato di come sentisse la mancanza di tornare in Messico: “Mi manca così tanto il Messico. Ci penso ogni singolo giorno. Che grande onore vivere in un paese diverso, per non parlare del Messico. Solo per andare là fuori ad allenarmi con la Lucha Libre con queste leggende che sono cresciuta guardando, che si trattasse di Ricky Marvin, The Juice Juventud, Skayde, sono stata un grande fan del loro lavoro.  Il modo in cui insegna, ha insegnato a molti ragazzi di CHIKARA Pro. Claudio (Castagnoli), Drew Gulak. Sono un grande fan del lavoro di Claudio. Volevo abbassare il mio baricentro, i miei roll up, così l'ho trovato in palestra e sono andato fuori di testa come un fan. "Sei qui. In realtà sei qui. Ti ho mandato un DM per anni, cercando di trovare un'e-mail, cercando di andare a un tuo seminario negli Stati Uniti.
Ero lì in Messico, ad allenarmi con lui. Il tempismo più folle, così destinato ad essere reale. Si è allenato con cinque persone diverse, sto parlando di Ricky Marvin, The Juice [Juventud], Mamba, Skayda, Mr. Iguana. C'era così tanto talento. Mi manca ogni giorno. Ho nostalgia del Messico perché appartengo a quel paese.”

A tal proposito ha parlato anche Bayley, che ha ricordato un momento di un suo allenamento con Skayde: “L'ultimo giorno di allenamento, Skayde continuava a colpirmi sulla testa perché continuavo a rovinare tutti gli spot. "No". Mi chiamava 'El Stupida'. Ero tipo, 'Sto per piangere. Che diavolo". Ne facevo due al giorno, mi allenavo la mattina e dopo mi allenavo la sera/notte. Tutto è fatto in modo opposto. Lui è così 'zippity doo da' e io sono tipo, 'Non ho capito'. E lui prendeva la mia testa, la batteva piano contro la sua e mi diceva 'El stupida’"

Sasha Banks
SHARE