MJF: "Odiavo il mio vecchio ring name"



by   |  LETTURE 1992

MJF: "Odiavo il mio vecchio ring name"

In modo quasi clamoroso, MJF, nell’ultimo PPV targato AEW ovvero Full Gear, è riuscito a vincere l’AEW World Championship, complice anche l’intervento di William Regal ai danni di Jon Moxley.
Per tanti, la sua vittoria non sembrava minimamente possibile ma MJF, negli ultimi mesi, ha dimostrato di essere una grande star della federazione di Tony Khan, grazie al suo carisma e alle sue abilità al microfono.
Però, prima di diventare ciò che è adesso in AEW, MJF ha lottato per tre anni nella CZW, acronimo di Combat Zone Wrestling, rispondendo però ad un altro ring name e non a quello che noi tutti conosciamo.

“Mi hanno costretto a cambiare il mio ring name”

In una recente intervista a Vulture, a MJF è stato chiesto del suo passato e del suo alias targato CZW, ovvero “Pete Lightning”, nome che lui ha sempre disprezzato e che non c’entrava assolutamente niente con lui. Inoltre, The Salt of The Easth ha sottolineato che aveva già sviluppato il personaggio e le tecniche di wrestling durante quel periodo, anche se alla fine fu costretto ad accettare quel nome: “Non c'era differenza con il mio programma attuale. Lottavo cinque volte alla settimana quando ero nel circuito indipendente: salivo in macchina con alcuni degli altri ragazzi di Create a Pro, e andavamo a Blackwood, nel New Jersey, per Dojo Wars per lottare davanti a cinque persone con cinque denti tra tutti. Il promoter all'epoca mi disse che voleva cambiare il mio nome in Pete Lightning. Gli ho detto di smetterla di prendermi in giro. Mi ha detto: 'Fallo o non ti considererò più per i principali spettacoli della CZW'. Ero tipo, 'Qualunque cosa' e così l'ho fatto.”

MJF ha poi concluso così: “Ho lottato ogni singolo mercoledi per, almeno credo, un intero anno solare. Il mercoledi mi trovavi sempre su un ring pronto a lottare, nella sede del New Jersey. Sin dal primo giorno giorno mi sono considerato il migliore della federazione ma, sfortunatamente, ho dovuto dimostrare il mio essere con quel nome orrendo di Pete Lightning.”