Eric Bischoff a ruota libera sul pro wrestling moderno



by   |  LETTURE 1030

Eric Bischoff a ruota libera sul pro wrestling moderno

Il WWE Hall of Famer Eric Bischoff è di certo uno dei veterani più importanti nella storia del wrestling professionistico.
Per circa 10 anni, Bischoff è stato un membro importante per la WCW e nel 2002 passò alla rivale di allora, cioè la WWE, dove ricoprì lo stesso ruolo che ricopriva nella vecchia WCW, ovvero il General Manager senza scrupoli (dunque Heel, ndr).
Grazie al suo status da veterano di questo business, la sua opinione viene ascoltata e condivisa dalla maggior parte dei fan, che si trovano d’accordo con il pensiero dell’ex General Manager di RAW.

“Le prestazioni fisiche distruggono storyline e personaggi”

Durante un’intervista a Fightful, Eric Bischoff ha commentato ciò che regala oggi il moderno wrestling professionistico: “Da un certo punto di vista il wrestling moderno ti regala tanta enfasi. Cosa è cambiato rispetto al passato? Penso che l'enfasi sulle prestazioni fisiche sia molto maggiore rispetto al passato, il che penso sia veramente fantastico. Tuttavia, il personaggio e la storia ne hanno risentito parecchio. Quindi c'è così tanta enfasi sul volo alto, super atletico, 'Holy shit' o 'This is awesome', vogliono cercare di ottenere queste ovazioni e tutto ciò è molto bello, lo capisco ed è divertente. Ma quando sacrifichi la storia e i personaggi per raggiungere questo obiettivo, penso che danneggi il prodotto a lungo termine. Penso che sia una delle cose di cui sta soffrendo ora il wrestling. Ora, mi arrabbio per questo? Non mi interessa davvero. Me ne accorgo e basta. Non sono più nel business. Quindi non ho un pensiero fisso che mi tiene sveglio la notte, non sono un cane da caccia pronto a prendere la preda che fa un passo falso. Però quello che vedo lo condivido con i fan, e tutto ciò è ovvio per me".

Già in una sessione podcast di 83 Weeks Podcast, Bischoff aveva criticato, in modo costruttivo, delle varie storyline dell’AEW, troppo poco articolate o addirittura senza un vero senso logico.