Nick Aldis: “Triple H mi ha ispirato nel mio addio alla NWA”

Il marito di Mickie James racconta di quando ha realizzato che quello che gli stava dando la NWA non era quello che voleva grazie ad alcune parole di Triple H

by Rachele Gagliardi
SHARE
Nick Aldis: “Triple H mi ha ispirato nel mio addio alla NWA”

Nick Aldis si è unito alla NWA nel 2017 quando Billy Corgan venne superato dal gruppo Anthem per l’acquisto di IMPACT e cercò di rimpiazzare la cosa attraverso l’ottenimento dello storico marchi. Purtroppo però, come sappiamo ormai bene tutti, nell’ultimo periodo il rapporto tra Nick Aldis e il presidente della NWA si è un po’ sgretolato, con il wrestler che è pronto a lasciare la compagnia il prima possibile, non appena il suo contratto scadrà nel 2023. Sembra proprio che il wrestler non sia d'accordo con molte decisioni prese da Corgan a livello creativo e quindi non si ritrova più in quell'ambiente che tanto ha amato.

Sui social aveva annunciato la cosa tramite un video su Instagram dicendo: "Ho dato il mio avviso alla NWA. Sarò un free agent il primo gennaio. Una volta capito come fare i video solo per gli abbonati tornerò con più informazioni sulla decisione, conversazioni con Mickie e il mio agente e altro ancora... Vi voglio bene a tutti,” e poi alla fine è stato anche escluso dall’ultimo ppv Hard Times 3 per tutte le sue altre dichiarazioni pubbliche un po’ forti.

The King Of Kings l’ispiratore

Nick Aldis è apparso sul podcast "Notsam Wrestling" per una lunga conversazione con Sam Roberts, parlando tra le tante cose di una recente intervista che Triple H ha fatto parlando dei cambiamenti fatti a NXT, che lo ha ispirato a lasciare la National Wrestling Alliance:

“Sai, ho sentito un'intervista che Triple H ha fatto con Ariel Helwani. Ariel gli ha chiesto di NXT, sai, e di come era cambiato. E io, sai, e per me, le sue risposte rispecchiano come mi sento in molti modi riguardo alla NWA. Come se la situazione si fosse spostata da quello che volevo che fosse.

E io, di nuovo, più o meno allo stesso modo, suppongo di no ora, ovviamente, perché ora dirige lui il posto. Ma, ad esempio, a quel tempo, aveva questa, mi sembrava che avesse questa mentalità: “Non è colpa, non c'è niente che io possa fare, sai.” Ed è lì che sono arrivato con la NWA, quando questo non è diventato quello che immaginavo che fosse, certamente questa non è la cosa per la quale ho piantato delle basi. Non ha quei valori fondamentali che cercavo di portare.”

Triple H
SHARE