Saraya: “Quando i medici mi hanno dato l'ok, ho subito scritto a Sasha Banks”



by   |  LETTURE 2098

Saraya: “Quando i medici mi hanno dato l'ok, ho subito scritto a Sasha Banks”

Nell’ultima puntata di AEW Dynamite, Saraya e Britt Baker si sono ritrovate faccia a faccia sul ring, portando avanti questa rivalità che ormai va avanti da quando Saraya ha fatto il suo debutto in All Elite Wrestling. Durante quel segmento, l’ex Paige ha annunciato a tutto il mondo che i medici le hanno ufficialmente dato il via libera per potersi esibire di nuovo sul ring, il che significa che tornerà a lottare come faceva prima di quel brutto infortunio che aveva dubito per mano di Sasha Banks, che ovviamente non aveva intenzione di costarle la carriera.

Saraya e Britt Baker si scontreranno definitivamente in un match singolo durante AEW Full Gear e il pubblico non vede l’ora di poter ammirare il lavoro in ring dell’inglese per capire a che punto è dopo tutti questi anni.

Non c’è rancore e un messaggio lo dimostra

Durante una chiacchierata con Renee Paquette nel suo podcast The Sessions, Saraya ha dato qualche dettaglio in più sul via libera dei medici e ha anche detto di aver scritto subito a Sasha Banks dopo la bella notizia ricevuta: "Non farò cose assurde, ma non voglio essere trattenuta. Sono ben consapevole di quello che posso o non posso fare. Non mi farò di nuovo prendere a calci sulla nuca ed è stata colpa mia, di nuovo, tutta colpa mia.

La prima persona a cui ho scritto è stata Sasha, una delle prime persone. Tutta quella roba [le accuse a Sasha per l’infortunio], possono rovinarti mentalmente. Molte persone ci hanno messo l'una contro l'altra, i suoi fan mi stavano attaccando, i miei fan stavano attaccando lei. C'era una piccola percentuale, ma si attaccavano l'un l'altro e sono sempre i più rumorosi. Ci davano dentro, ci davano ancora dentro. Mi mandavano tweet, 'Sono così felice che Sasha ti abbia rotto il collo.' La gente le scriveva: 'Come osi mettere fine alla carriera di qualcuno. Non sei una persona sicura [con la quale lavorare].’ È un incidente. Succede nel wrestling.

Le ho detto: ‘Ehi sorella, voglio solo farti sapere, dato che l'intera cosa è stata dura per te mentalmente, ma il mio medico mi ha dato il via libera e mi ha detto che il mio collo è pronto al 100% per andare. Non l'ho detto a nessun altro, ma so che questo ti farà sentire bene. Sono tornata.’ Era tipo: ‘Sono così felice.' Era al settimo cielo. Le ho detto: ‘Non voglio più vederti sosffrire’."