Rob Van Dam ricorda la sua ultima conversazione con Chris Benoit

Rob Van Dam è uno dei wrestler più decorati dell’era moderna

by Simone Brugnoli
SHARE
Rob Van Dam ricorda la sua ultima conversazione con Chris Benoit

Rob Van Dam è uno dei wrestler più decorati dell’era moderna, avendo conquistato la bellezza di 21 titoli tra ECW, WWE e TNA. È un tre volte campione del mondo, essendosi aggiudicato il WWE Championship, l’ECW World Heavyweight Championship e il TNA World Heavyweight Championship una volta ciascuno.

Come se non bastasse, ha vinto l’edizione 2006 del Money in the Bank ed è stato l’unico performer nella storia a detenere contemporaneamente il WWE Championship e l’ECW World Heavyweight Championship.

Nel 2021, è stato inserito con pieno merito nella WWE Hall of Fame. Ospite nell’ultima edizione del podcast ‘Cafe de Rene’, RVD ha ricordato la sua ultima conversazione con Chris Benoit avvenuta nel 2007.

Van Dam stava per lasciare la WWE, quando Benoit gli si è avvicinato per una chiacchierata nel backstage. Invece di convincerlo a restare, Chris ha rispettato la scelta del suo collega dimostrando una grande empatia.

RVD ricorda Chris Benoit

“Stavo per lasciare la WWE in quel periodo e tutti quanti mi si avvicinavano nel tentativo di convincermi a restare. Avevo già detto più volte che me ne sarei andato alla scadenza del mio contratto, non avevo intenzione di rinnovare con la WWE” – ha raccontato RVD.

“Chris Benoit ha avuto un atteggiamento diverso rispetto agli altri, è stato gentile e comprensivo. Ha rispettato la mia decisione di cercare fortuna altrove” – ha aggiunto. L’ex WWE Champion ha parlato anche del suo mentore Vince McMahon: “Abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto, anche quando mi sono allontanato dalla WWE.

È sempre stato super rispettoso nei miei confronti e mi ha aiutato a sconfiggere i miei demoni. Ho avuto tante lunghe chiacchierate con lui, è uno degli uomini migliori che conosca. Non smetterò mai di ringraziarlo.

Sono molto grato anche a John Laurinaitis, è stato gentilissimo con me. So che molti atleti non andavano d’accordo con lui, ma il suo addio mi ha rattristato. Indipendentemente dalle simpatie o antipatie personali, non si può negare che John avesse un ottimo fiuto per gli affari. Parecchia gente non analizza i fatti con lucidità”.

Rob Van Dam
SHARE