Rory McAllister: "Ecco cosa è successo subito dopo la morte di Chris Benoit"



by   |  LETTURE 1838

Rory McAllister: "Ecco cosa è successo subito dopo la morte di Chris Benoit"

La tragedia di Chris Benoit resta ancora oggi la pagina più nera nella storia di questo business. La WWE e il wrestling in generale non sono mai più stati gli stessi dopo quel maledetto 24 giugno 2007, che ha sancito un vero e proprio spartiacque.

La carriera del fuoriclasse canadese gli avrebbe sicuramente garantito un posto nella WWE Hall of Fame, ma le sue terribili azioni lo hanno reso uno dei personaggi più discussi e criticati all’interno del mondo del wrestling.

L’episodio di Raw del 25 giugno 2007 fu dedicato a Benoit, poiché non erano ancora emersi i dettagli della vicenda. Solo in seguito la polizia rivelò che l’ex campione dei pesi massimi aveva ucciso sua moglie Nancy e suo figlio Daniel prima di togliersi la vita.

Nell’ultima edizione del podcast ‘Cheap Heat Productions’, l’ex star della WWE Rory McAllister ha fornito ulteriori dettagli su ciò che è accaduto dietro le quinte nelle ore successive alla morte di Chris Benoit.

Chris Benoit è stato cancellato dalla WWE

“Dopo aver appreso la notizia della morte di Chris Benoit, la WWE ha lavorato incessantemente per dedicare il successivo episodio di Raw alla sua memoria. In quel frangente, non era ancora chiaro come fossero andate le cose.

Tuttavia, iniziava a circolare la voce che ci fosse qualcosa di strano sul luogo della tragedia” – ha raccontato McAllister. “È stato un momento durissimo per tutti. Ricordo di aver guardato Robbie e di avergli detto: ‘E se stessimo facendo tutto questo per un uomo che ha ucciso sua moglie e suo figlio?' Provavamo in tutti i modi a distrarci, ma era impossibile allontanare quel pensiero” – ha aggiunto.

Di recente, anche Daniel Puder ha ricordato la tragedia di Benoit: “Nonostante siano passati molti anni, quella vicenda fa gelare il sangue ancora oggi. Non conosco bene tutti i dettagli della storia, ma vi posso assicurare che non è stato raccontato tutto quello che c’era da sapere.

La polizia ha scoperto che qualcuno ha utilizzato il cellulare di Chris un paio d’ore dopo la sua morte. Numerosi misteri di quella tragedia sono rimasti irrisolti”.